Accessibilità:
-A A +A
Print Friendly, PDF & Email
Bimba morta tra la spazzatura, mamma accusa compagno

Tragedia negli Usa: «Diceva fosse posseduta»


di  

CONDIVIDI:

Sab 19 Settembre 2015 16:07


BOSTON. "Baby Doe" si chiamava Bella e aveva solo 2 anni e mezzo. La bimba è stata ritrovata cadavere il 25 giugno scorso in un sacco della spazzatura sulla spiaggia di Deer Island a Boston da una signora che passeggiava con il cane. Di lei nulla si sapeva. Solo grazie alla foto del povero corpicino, messa in rete dalla polizia, spiega il Boston Globe, e il tam tam su Facebook e Twitter, è stato possibile risalire alla sua identità. La piccola è rimasta vittima di una storia di degrado e ignoranza.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Affonda barcone: muore bimba di 5 anni

Altra tragedia dell'immigrazione al largo delle coste greche


di  

CONDIVIDI:

Sab 19 Settembre 2015 12:28


ATENE. Ancora una tragedia al largo delle coste delle isole greche dove i profughi in fuga dalla Siria stanno cercando di arrivare dalla Turchia. Il corpo di una bambina siriana di cinque anni è stato recuperato dopo che è affondato il barcone a bordo del quale viaggiava insieme ad altre persone che al momento sono dichiarate disperse, secondo quanto riporta l'agenzia di stato turca. Erano in tutto tre le piccole barche a remi che stavano cercando di raggiungere Lesbo.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Un altro Aylan: a 4 anni trovata morta su una spiaggia turca

Nuova tragedia dell'immigrazione, la bimba vittima di un naufragio


di  

CONDIVIDI:

Ven 18 Settembre 2015 11:50


ANKARA. Appena due settimane dopo la tragedia del piccolo Aylan Kurdi, profugo siriano morto insieme alla madre e al fratellino in un naufragio al largo della Turchia, le autorità turche hanno ritrovato su una spiaggia nella provincia occidentale di Izmir il corpo di una bambina di circa quattro anni, anche lei vittima di un naufragio. Secondo l'agenzia locale Anadolu, la bimba deve essere ancora identificata.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Migranti, oltre 5mila in Croazia

L’Europarlamento approva nuova redistribuzione rifugiati

Renzi: L’Ue fu creata per abbattere i muri, non per crearli


di  

CONDIVIDI:

Gio 17 Settembre 2015 20:21


Sarebbero ormai oltre 5.400 i migranti che hanno raggiunto la Croazia nelle ultime 24 ore. La cifra è stata aggiornata dalla Croce Rossa.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Berlusconi in Crimea con Putin,l'Ucraina lo bandisce

L'ex premier italiano non potrà recarsi nell'ex stato sovietico per i prossimi tre anni


di  

CONDIVIDI:

Gio 17 Settembre 2015 18:32


ROMA. L'Ucraina ha introdotto un bando di tre anni all'ingresso nel Paese di Silvio Berlusconi "per proteggere gli interessi della sicurezza nazionale" in seguito alla visita dell'ex premier italiano in Crimea insieme al presidente russo Vladimir Putin, la scorsa settimana. La delibera dei Servizi di sicurezza del Sbu investe il solo Berlusconi.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Tragedia Cile, sisma di magnitudo 8,4 e allerta tsunami

Cinque morti, decine di feriti e un milione di evacuati. Inondata la città di Coquimbo


di  

CONDIVIDI:

Gio 17 Settembre 2015 12:15


SANTIAGO DEL CILE. È di cinque morti, decine di feriti ed un milione di persone evacuate dalle loro case il bilancio del terribile terremoto di magnitudo 8,4 della scala Richter che ha colpito il Cile. L'intensità della scossa ha indotto le autorità a diramare un allerta tsunami. Nella zona del terremoto si recherà in giornata la presidente Michelle Bachelet. L'epicentro del sisma, che ha provocato onde alte fino a 4,5 metri, è stato localizzato a 36 chilometri a ovest di Canela Baja, nel nord del Paese, ed a 16 chilometri di profondità.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Ungheria, gas e idranti contro i profughi

Rifugiati verso la Croazia, il primo ministro: «Li faremo passare»


di  

CONDIVIDI:

Mer 16 Settembre 2015 22:01


BUDAPEST. La polizia ungherese ha fatto uso di gas lacrimogeni e idranti contro la folla di centinaia di migranti che cercava di sfondare la barriera di confine al valico di Rosze, sul confine con la Serbia , lanciando pietre e bastoni al grido di "aprite! aprite!". Budapest ha deciso successivamente di rafforzare il dispiegamento di polizia al confine, mentre un elicottero sorvolava la zona. I migranti, in maggior parte profughi siriani, sono bloccati al confine da quando la frontiera è stata chiusa.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Guarda per ore i video dell'Isis: ragazzina uccide la madre

La 15enne ha pianificato l'omicidio con un uomo conosciuto vicino ad un centro di accoglienza per rifugiati. Volevano arruolarsi nello Stato islamico


di  

CONDIVIDI:

Mer 16 Settembre 2015 12:32


COPENAGHEN. I video guardati online potrebbero avere cattive influenze. Una giovane di 15 anni ha ucciso la madre con 20 coltellate dopo aver guardato dei video dell'Isis sul web. La ragazza di Kvissel, un villaggio in Danimarca - seconto quanto riportato su 'The Sun' - aveva speso diverse ore a guardare video di brutali uccisioni tra cui la decapitazione di ostaggi inglesi. Lisa Borch si era avvicinata al fondamentalismo islamico dopo essersi innamorata di un fondamentalista che l'aveva respinta.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Dall'Ungheria i profughi ora premono sulla Croazia

Frontiere chiuse, la polizia ha arrestato 367 persone


di  

CONDIVIDI:

Mer 16 Settembre 2015 11:39


BUDAPEST. All'indomani della chiusura delle frontiere ai migranti decisa dalle autorità ungheresi, un primo gruppo di rifugiati a bordo di un autobus proveniente dalla Serbia meridionale ha raggiunto il confine con la Croazia, nuova porta di ingresso nell'Unione Europea. Intanto al confine con l'Ungheria centinaia di persone hanno trascorso la notte all'aperto o all'interno di tende improvvisate.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Immigrato si dà fuoco in centro di detenzione australiano

Il Governo: c'è stato un incidente


di  

CONDIVIDI:

Mer 16 Settembre 2015 11:35


SYDNEY. Un immigrato si è dato fuoco in un centro di detenzione australiano e adesso le sue condizioni sono critiche. Lo riferisce l'emittente 'Abc', precisando che l'uomo, di 40 anni, dopo essersi avvolto in un lenzuolo si è cosparso con un liquido infiammabile e si è dato fuoco. Le guardie di sicurezza hanno spento le fiamme e l'uomo è stato trasportato in elicottero in un ospedale con ustioni su gran parte del corpo.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati

Pagine