Accessibilità:
-A A +A
Print Friendly, PDF & Email
Casoria, investe e uccide una 21enne: arrestato 23enne

Casoria, investe e uccide una 21enne. Poi si dà alla fuga: arrestato 23enne


di  

CONDIVIDI:

Lun 30 Mag 2016 13:28


CASORIA. Investe una 20enne uccidendola e si dà alla fuga. I carabinieri dell’aliquota operativa di Casoria e agenti della squadra mobile di Napoli e del commissariato di Afragola stanotte hanno arrestato per omicidio stradale e per fuga del conducente in caso di omicidio stradale un 23enne di Casoria che, alla guida di una vettura, percorrendo verosimilmente a velocità non commisurata la Statale sannitica, ha investito uccidendola una 20enne di Crispano che stava attraversando la strada insieme a un’amica rimasta lievemente ferita.



Ercolano, scoperti rifiuti sotto terra nel Parco del Vesuvio

Interessata un'area di 15 ettari. Si scava fino a 7 metri di profondità


di  

CONDIVIDI:

Lun 30 Mag 2016 11:18


ERCOLANO. I carabinieri del Noe stanno scavando in un'area di circa 15 ettari perché contaminata da rifiuti a Ercolano. Nel cuore del Parco nazionale del Vesuvio; infatti, sono stati scoperti rifiuti interrati a varie profondità. Si tratta dell'ennesimo scempio ambientale. Finora sono stati portati alla luce rifiuti di vario genere (pezzame, scarti ediluzi e altro) a fusti stratificati e a profondità che vanno da 2 a 7 metri. Tra le aree dove si sta scavando cava Fiengo, attigua a quella che fu sequestrata nei mesi scorsi.



Torre del Greco, domani il tavolo dei lavoratori marittimi

A palazzo Baronale il confronto con il comparto sindacale


di  

CONDIVIDI:

Lun 30 Mag 2016 10:43


TORRE DEL GRECO. Si riunirà domani nella sala giunta di palazzo Baronale, a Torre del Greco, il tavolo permanente di confronto con il comparto sindacale dei lavoratori marittimi. L’incontro - a partire dalle 12,30 - e vedrà la partecipazione di tutti i soggetti che in questi mesi, su impulso del comandante della Capitaneria di porto Rosario Meo, hanno più volte preso parte alle sedute organizzate nella sede della Guardia costiera, nel complesso degli ex molini meridionali Marzoli.



Agguato a Calvizzano, omicidio in un bar: ucciso un 40enne incensurato

Ferdinando Pecchia è stato freddato in via Pietro Nenni, mentre si trovava nella sala slot machines del locale


di  

CONDIVIDI:

Dom 29 Mag 2016 21:04


NAPOLI. Si chiama Ferdinando Pecchia e ha 40 anni l'uomo che è stato ammazzato questa sera in via Pietro Nenni, a Calvizzano. Pecchia, che di mestiere faceva l'idraulico ed era incensurato, è stato freddato nella sala slot machines del bar "Rumba". Sul fatto indagano i carabinieri.



Agnano, compra un cavallo ma si frattura la gamba al centro della strada

Disperazione per gli automibilisti e per il proprietario che avevano assistito alla scena


di  

CONDIVIDI:

Dom 29 Mag 2016 16:48


NAPOLI. 

Singolare intervento per gli agenti della sezione “Volanti” dell’U.P.G., stamane, in Via Agnano Astroni, all’altezza della rotonda ove vi è l’ingresso e l’uscita della tangenziale.

I poliziotti, su segnalazione di alcuni automobilisti, sono intervenuti in soccorso di un fantino che, con altre persone, disperatamente, tentava di far rialzare il suo cavallo dalla sede stradale, ove era disteso.



Paura nella notte a Bagnoli: spari contro la casa di un pregiudicato

Quattro colpi di pistola contro la porta d'ingresso. I tesimoni: «Erano incappucciati»


di  

CONDIVIDI:

Dom 29 Mag 2016 16:38


NAPOLI. Paura nella notte a Bagnoli in via Ruggiero: un pregiudicato nel mirino dei sicari. Quattro colpi di pistola sono stati espolosi contro la porta d'ingresso. 



L'albergo è pieno, lui tira fuori un coltello e minaccia i dipendenti: in cella

Paura in un hotel del lungomare. La polizia arresta un 49enne


di  

CONDIVIDI:

Dom 29 Mag 2016 11:53


NAPOLI. L'albergo è pieno, lui perde la testa e minaccia i dipendenti dell'hotel con un coltello. Il tempestivo intervento degli agenti della sezione Volanti dell'Ufficio Prevenzione Generale, poco dopo la mezzanotte, ha scongiurato una tragedia all'interno di uno degli hotel sul lungomare di via Partenope.



Coniugi arrestati con la droga in casa

I carabinieri ammanettano una coppia di Castellammare. Nell'abitazione marijuana e 300 euro


di  

CONDIVIDI:

Sab 28 Mag 2016 18:05


CASTELLAMMARE DI STABIA. Durante un servizio di osservazione e pedinamento per contrastare lo spaccio di stupefacenti, i carabinieri dell'aliquota operativa di Castellammare di Stabia hanno tratto in arresto i coniugi Carmine Esposito, 33enne, già noto alle forze dell'ordine, e Maria Rosaria De Simone, 32enne, entrambi del luogo, per detenzione di stupefacente a fini di spaccio. La perquisizione nel loro domicilio ha permesso di rinvenire 260 grammi di marijuana, 300 euro e due bilancini di precisione.



Ha ucciso per gelosia a 16 anni: risolto l'omicidio Zito. ECCO IL

Il ragazzino è parente del boss di Bagnoli Alessandro Giannelli.


di  

CONDIVIDI:

Sab 28 Mag 2016 12:51


NAPOLI. Svolta per l'omicidio Zito. La polizia ha arrestato D. I., un ragazzo di 16 anni, per omicidio. Il giovane, la sera del 4 febbraio scorso, insieme a un’altra persona non ancora identificata, ha esploso numerosi colpi d’arma da fuoco all’indirizzo di Pasquale Zito, 22 anni che, soccorso e trasportato all’ospedale San Paolo di Napoli, è deceduto poco dopo. Dalle indagini è emerso che il minore, a bordo di un ciclomotore con un complice, mentre era nel quartiere Bagnoli incrociò l’auto con a bordo la vittima e, dopo aver affiancato l’Audi A1 esplose numerosi colpi di pistola.



Maxiblitz a Boscoreale: 25 arresti per spaccio

Operazione dei carabinieri al Piano Napoli, misure cautelari anche per sei minorenni


di  

CONDIVIDI:

Ven 27 Mag 2016 12:39


BOSCOREALE. Droga al Piano Napoli, 25 misure cautelari: sei sono minorenni. Ci sono anche sei minorenni tra i destinatari dei 25 provvedimenti restrittivi emessi dal gip della procura di Torre Annunziata dopo indagini dei carabinieri sullo spaccio di droga a Boscoreale, nel Napoletano, nella zona del Piano Napoli. Due misure cautelari sono state notificate tra Boscoreale, Roma, Napoli, Airola e Carinola. Dei minorenni indagati, due sono finiti in un istituto di pena minorile, tre sono stati collocati in comunità e un altro ha l'obbligo di permanenza in casa.



Pagine