Accessibilità:
-A A +A
Print Friendly, PDF & Email
Sorbillo, è guerra sul marchio

 Gino presenta ricorso contro il cugino Luciano per l’utilizzo del nome registrato “Zia Esterina” 


di  

CONDIVIDI:

Sab 15 Aprile 2017 07:18


Guerra di pizze. Il più giovane pizzaiolo della famiglia Sorbillo il noto Gino Sorbillo ha proposto ricorso d'urgenza al tribunale di Napoli contro il cugino Luciano (nella foto), figlio dello zio Rodolfo  primo pizzaiolo della numerosa famiglia napoletana e maestro della sorella detta zia Esterina, accusandolo di aver usato il nome della famiglia per la sua  nuova pizzeria in via dei Gasperi e dimenticando la tradizione di tutta famiglia e il conseguente successo guadagnato grazie alla promozione della stessa .



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Lo minaccia con un ferro arricciacapelli e lo rapina del suo I-Phone

I poliziotti arrestano un pregiudicato di Grumo Nevano. La vittima è un 21enne


di  

CONDIVIDI:

Ven 14 Aprile 2017 12:32


NAPOLI. Con un ferro arricciacapelli minaccia alle spalle un 21enne e lo rapina del suo I-Phone: la polizia di Stato rintraccia ed arresta in flagranza un pregiudicato. L’immediata segnalazione, giunta nella notte sull’utenza 113, ha consentito alla sala operativa della Questura di diramare una nota di rintraccio di un individuo, resosi  responsabile di una rapina in via Sedile di Porto.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Piscinola, preso con 22 chili di eroina e kobret

Erano nascosti in cantina e divisi in 22mila dosi


di  

CONDIVIDI:

Ven 14 Aprile 2017 12:17


NAPOLI. I carabinieri del Nucleo Investigativo di Castello di Cisterna hanno rinvenuto 22 chili di eroina e kobret, divisi in 22mila dosi, nella cantina del 44enne Salvatore Sarnelli, di Piscinola, già noto alle forze dell'ordine, tratto in arresto per detenzione di stupefacenti a fini di spaccio. Dopo le formalità è stato tradotto al carcere di Poggioreale.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Trovata la centrale delle marche da bollo false

Due arrestati dai carabinieri a Giugliano. Sequestrate 600 marche da bollo contraffatte del valore di 50mila euro


di  

CONDIVIDI:

Ven 14 Aprile 2017 12:09


GIUGLIANO. I carabinieri di Giugliano hanno scoperto e bloccato l’attività di una centrale clandestina per la produzione di marche da bollo.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Smantellata piazza di spaccio alle Case Nuove

Arrestato un 43enne trovato in possesso di dosi di cocaina e marijuana


di  

CONDIVIDI:

Gio 13 Aprile 2017 21:18


NAPOLI. Nella zona delle cosiddette Case Nuove è stato arrestato Gennaro Rizzo, di 43 anni. L’uomo è stato notato dagli agenti del Commissariato di Polizia “Vicaria-Mercato” mentre nascondeva, all’interno di una cabina elettrica una busta in cellophane. Il tempismo degli agenti, che da tempo monitorano la zona, ha consentito di bloccare l’uomo e di recuperare la busta, all’interno della quale erano custodite dosi di “cocaina” e “marijuana” .



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Pompei, ricorso al Tar contro la tassa di 80 euro per i bus turistici

L'iniziativa di Confesercenti


di  

CONDIVIDI:

Gio 13 Aprile 2017 19:41


POMPEI. La Confesercenti di Napoli e della Campania ha presentato ricorso al Tar contro la tassa di 80 euro applicata a tutti i bus turistici che transitano a Pompei.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Atitech. Indagato Gianni Lettieri: «È tutto regolare. Condotta cristallina»

Indagine della Finanza per operazioni commerciali inesistenti risalenti al 2011. Ecco la difesa dell'imprenditore


di  

CONDIVIDI:

Gio 13 Aprile 2017 12:31


NAPOLI. La Guardia di Finanza, in esecuzione di un decreto emesso dal gip di Napoli su richiesta della Procura partenopea, ha posto sotto sequestro circa 350mila euro nella disponibilità bancaria della Atitech spa, di cui Gianni Lettieri è presidente del cda. La Atitech, che ha sede all'interno dell'Aeroporto internazionale di Napoli Capodichino, è un'azienda specializzata in servizi di manutenzione e riparazione dei più diffusi modelli di aerei al mondo e di veicoli spaziali.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Torre Annunziata, ricercata da 7 anni: scovata nel campo rom

La donna aveva un documento contraffatto. Dovrà scontare 2 anni e 8 mesi


di  

CONDIVIDI:

Gio 13 Aprile 2017 12:13


TORRE ANNUNZiATA. I carabinieri della Stazione di Torre Annunziata hanno individuato e tratto in arresto Valentina Jovanovic, 26 anni, residente a Torre Annunziata, già nota alle forze dell'ordine e irreperibile dal 2010. Alla donna, trovata nell’insediamento rom di via Molini a vapore, è stato consegnato un ordine di carcerazione emesso il 16 agosto 2010 dalla procura di Ferrara. Responsabile di furto aggravato, dovrà espiare la pena di 2 anni e 8 mesi di reclusione.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Truffavano anziani in trasferta, presa gang dell'Arenaccia: quattro arresti

Avevano scelto Campobasso come base di "lavoro”. Agivano sempre allo stesso modo, ben organizzati e con ruoli specifici


di  

CONDIVIDI:

Gio 13 Aprile 2017 11:34


NAPOLLI. Da Napoli a Campobasso per raggirare anziani, presi truffatori seriali in trasferta. La Polizia di Stato di Campobasso ha eseguito quattro ordinanze di custodia cautelare (richieste dal procuratoreCampobasso, Armando D'Alterio ed emesse dal Gip Cardona Albini) nei confronti di quattro persone residenti nel quartiere Arenaccia di Napoli, ritenuti gli autori di numerose truffe aggravate in danno di anziani.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Sant'Antimo, preso con la droga in cucina

In manette un 20enne


di  

CONDIVIDI:

Mer 12 Aprile 2017 12:26


SANT'ANTIMO. I carabinieri della Tenenza di Sant'Antimo hanno arrestato per detenzione di stupefacente a fini di spaccio Luigi D'Antonio, 20 anni, di Sant'Antimo, già noto alle forze dell'ordine. Durante perquisizione domiciliare è stato trovato in possesso di 97 stecche di hashish, peso complessivo circa 150 grammi, semi di cannabis indica per circa 22 grammi, un bilancino di precisione e materiale per il taglio e il confezionamento in stecchette. Rinvenuti e sequestrati anche post-iT con appunti a mano, ora al vaglio degli inquirenti.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati

Pagine