Mercoledì 14 Novembre 2018 - 21:52

"The Voice", al via i knockout

Mercoledì 15 aprile su Rai 2, Federico Russo conduce il primo dei due appuntamenti con la terza fase di “The Voice of Italy”, quella dei KNOCKOUT.

I coach ROBY e FRANCESCO FACCHINETTI, J-AX, NOEMI e PIERO PELÙ chiameranno i componenti dei propri team a sfidarsi sul loro “cavallo di battaglia”. Saranno infatti i talenti a scegliere quale brano eseguire dal vivo, accompagnati dalla band di “The Voice of Italy” composta da 9 elementi. Al termine del confronto, il coach eliminerà una delle due voci, questa volta senza possibilità di ripescaggio.

Quella dei KNOCKOUT è l’ultima sfida decisiva per i 40 artisti in gara. I ragazzi si giocano l’ultima occasione per dimostrare le loro capacità vocali e dovranno mettercela tutta per conquistare il favore del proprio coach e arrivare ai LIVE.

I team al completo: 

TEAM FACH: Aj Summers (Alberto Slitti di Monsumanno Terme, PT), Alex Ceccotti (Roma), Clark P. (Claudio Placanica di Isolabella, TO),Fabio Curto (nato ad Acri, CS vive a Bologna), Chiara Dello Iacovo (nata a Savigliano CN, vive ad Asti), Chiara Iezzi (Milano),  Alessia Labate (Marano Principato, CS), Luce (Maria Luce Gamboni nata a Urbino vive a Pesaro),  Sarah Jane Olog (nata a Rimini vive a Roma), Alexandre Vella (Palermo).

TEAM NOEMIThomas Cheval (Ferrara), Fatima Diallo (Rimini), Keeniatta (Desirie Beverly Baird nata in Sudafrica a Germiston, vive a Ischia, NA), Viola Laurenzi (Morlupo, RM), Marianè (Mariangela De Santis di Lecce), Andrea Orchi (Roma), Dany Petrarulo (Daniela Petrarulo nata a Grottaglie TA, vive a Rimini), Roberto Pignataro(Casamassima, BA),   Gregorio Rega (Roccarainola, NA), Amelia Villano (Alife, CE).

TEAM JAXArianna Alvisi (Capena, RM), Ilenia Bentrovato (Roma), Luca Boccadamo (Acquarica del Capo, LE),Carola Campagna (Triuggio, MB), Nathalie Coppola (Roma), Maurizio Di Cesare (Cagliari), Sara Vita Felline(Matino, LE), Davide Fusaro (Roma), Lele (Raffaele Esposito di Pomigliano D’Arco, NA),  Tekla (Francesca Cini di Borgonuovo di Sasso Marconi, BO).   

TEAM PELÙ: Roberta Carrese (Venafro, IS), Clì (Chiara Beltrame di Padova), Silvia De Santis (Imola), Marco De Vincentiis (nato a Napoli, vive a Roma),  Luca Gagliano (nato a Palermo, vive a Pescia PT), Tommaso Gregianin(Venezia), Ira Green (Arianna Carpentieri di Villaricca NA), Martina Liscaio (Sesto Fiorentino, FI),  Fabio Garzia(Roma). Alessandra Salerno (Palermo).

La seconda puntata con i KNOCKOUT andrà in onda mercoledì 22 aprile.

La V-Reporter Valentina Correani continuerà ad interagire con il pubblico via web, attraverso il sito ufficialewww.thevoiceofitaly.rai.it. “The Voice of Italy” sui Social Network è attivo su Facebook: thevoiceufficiale, Twitter: @THEVOICE_ITALY con gli hashtag  #tvoi e per le squadre #teamnoemi #teampelù #teamjax #teamfach, Instagram: thevoice_italy e Vine: @thevoice_ita. Con l’App ufficiale di “The Voice of Italy” (disponibile per Android e iOs) si può diventare un Coach  e costruire il proprio Team. Sarà come essere seduti sulla poltrona rossa

15:06 14/04

di Redazione

Commenta

"Dietro un'onda nell'oceano", il nuovo Ep di Giovanni Conelli

Venerdì 17 Aprile a partire dalle 21.30 sarà presentato in esclusiva presso il Te.Co Teatro di Contrabbando il nuovo Ep di Giovanni Conelli "Dietro un'onda nell'Oceano". Nel nuovo release, tra abissi e apnea, creature marine e atmosfere subacquee, il giovane cantautore lavora sulla sottrazione di suoni: le parti strumentali lasciano il posto a computer, synth ed effetti vocali, dando vita a una perfetta fusione tra testi cantautorali e sound elettronici che sorprende per intensità e armonia. L’EP si apre infatti con un’intro strumentale che concettualmente anticipa e sintetizza l’intero lavoro: un omaggio essenziale e coinvolgente a “La Tempesta” di Shakespeare.

Giovanni Conelli nasce nel 1993 e a 11 anni imbraccia per la prima volta una chitarra. A 16 anni avverte l’urgenza di scrivere i propri testi: essenziali, evocativi, carichi di citazioni e suggestioni. Dopo le prime release e le esperienze live -tra cui la partecipazione a “Palco Libero”, Rassegna per Artisti Emergenti del Teatro Trianon di Napoli- sceglie di dare una decisa svolta alla propria produzione musicale, realizzando, in collaborazione con Imaginary Landscape, un lavoro dal sound e dalla poetica del tutto inediti. Dallo show live alla registrazione in studio, il nuovo EP capovolge le convenzioni segnando un nuovo, entusiasmante inizio.

La musica di Giovanni Conelli come un unico flusso, un'onda, vi porterà nelle profondità degli abissi, la corrente vi trascinerà in pieno oceano per poi farvi riemergere a Napoli, come suggerisce la copertina dell' EP con la celebre “Grande onda” del pittore giapponese Hokusai, simbolo di un lavoro discografico fragile ma al tempo stesso minimale. Un'esperienza unica quella dell'ascolto in cui immergersi nuotando da un pezzo all’altro ad occhi chiusi.

A seguire DJ SET di THE BICYCLE REPAIRMAN. The Bicycle Repairman (come lui stesso si definisce) non esiste e non esistete neanche voi. Se volete proprio esistere esistete pure, però non dite che non ve l'ho detto.

15:01 14/04

di Redazione

Commenta

J-Ax, da “The voice” al concerto al Palapartenope

NAPOLI. È un’icona “viva e ben vegeta” del rap italiano, J-Ax (nella foto) lo ha preso dalle mani di Jovanotti e con gli Articolo 31 lo ha fatto diventare un movimento incontenibile: sono 25 anni che è in strada, è caduto e si è rialzato ed ancora continua a segnare la strada per migliaia di “nipoti” che lo ascoltano e per i tanti che lo imitano. Sabato - 18 aprile alle ore 21 - l’appuntamento con il “capitano dei loosers” a “The voice” è al Palapartenope per ascoltare il suo nuovo album “Il bello di esser brutti” che esce a tre anni di distanza dal precedente.

14:14 14/04

di Redazione

Commenta

Il miracolo delle pere

Il miracolo delle pere

 

Chi, avendo letto "I Promessi Sposi" non ricorda la leggenda miracolosa delle noci che Galdino, umile frate francescano, racconta con parole semplici e vive? Si, la storia dell'albero di noci che, ormai vecchio e infruttuoso, sradicato e poi, su consiglio di un francescano, ripiantato, diede al tempo del raccolto "più noci che foglie". Noi qui ora non vogliamo analizzare la cosa per sapere se questo racconto sia scaturito totalmente dalla fantasia del Manzoni o se il Manzoni stesso, l'abbia attinto, sia pure modificandolo, da qualche altra fonte. Ci preme per far sapere che una vicenda analoga a quella manzoniana veniva raccontata, decenni or sono, anche dalle nostre parti. Si dice che un giorno di tanti anni fa un frate questuante, durante il suo giro, bussò al portone di una villa di Massa. Ricevuto l'obolo, nell'attraversare la campagna che circondava la villa, il francescano s'imbatté in alcuni contadini che erano intenti ad abbattere un albero di pere. Interrogati dal monaco sul perché di quel loro lavoro, risposero che l'albero non dava frutti ormai da diverse stagioni e che era giunto il tempo di metterlo al fuoco. Il religioso consigliò loro di lasciarlo vivere ancora qualche anno perché era bene avere pazienza. Sbigottiti da quelle parole, gli operai ripiantarono il pero. L'estate seguente i rami di quell'albero erano carichi di frutti. E' vero? E' falso? Noi non ci esprimiamo. Lasciamo a voi la libertà di crederci o meno. Aggiungiamo solo che fino a pochissimi anni or sono l'albero produceva ancora pere e che ancora oggi in quel posto si erge un'edicola in rovina che ricorda la storia con queste parole: " avevo fruttificato, io pero destinato al taglio; oh Francesco, ho ripreso a vivere più lieto e rigoglioso per un tuo comando - (Francesco: Gesuita Francesco de Geronimo da Grottaglie; 1642-1716).

 

(Tratto da Un miracolo accaduto a Massalubrense nel 1714 raccontato da Benito Iezzi)

14:09 14/04

di Redazione

Commenta

Torna in Italia l'Oliva Contemporary Dance Project

Oliva Contemporary Dance Project, nasce in Italia come “Progetto Pantarei” nel 2004 e negli anni si evolve, si aggiorna e si  modifica in una continua e costante evoluzione di uno stile unico nel suo genere sotto la guida di Michele Oliva e di Francesca Dario. Musica e movimento creano degli spazi essenziali, sofisticati e ricercarti di cui Oliva Contemporary Dance Project è autrice. La compagnia dopo l’Italia solca il territorio internazionale per poi approdare negli Usa. Da  New York  l’Oliva Contemporary Dance Project prende vita, ed ora finalmente ritorna in Italia per dare con la sua arte e il suo progetto un contributo al mondo della danza contemporanea.

Ritornare in Italia con un forte bagaglio fatto di diversi stili, ricerca e innovazione, è questa la nuova avventura dell’OCDP. Il  progetto in Italia è continuare il lavoro fatto all’estero e di arricchirlo con la creazione di nuove produzioni sempre alla ricerca di quel quid in più, di quell’emozione inattesa che caratterizza i lavori dell’Oliva Contemporary Dance Project. La compagnia, di cui sono fondatori e direttori artistici, Michele Oliva e Francesca Dario  nasce infatti da un’esigenza di creare qualcosa di unico, da un’intensa collaborazione  con straordinari ballerini e dall’unione di stili basati su una forte tecnica e dinamicità. Il termine “Project” racchiude il concetto principale del OCDP : la continua ricerca di nuovi progetti, la continua ricerca di nuove sensazioni ed emozioni.

La continua ricerca è anche alla base dei workshop annuali che la compagnia organizza per condivide il suo lavoro con giovani danzatori. Da qui nasce OCDP PROFESSIONAL WEEKEND con l’obbiettivo di far acquisire ai danzatori la consapevolezza del proprio corpo e le potenzialità personali. 

11:28 14/04

di Redazione

Commenta

"Boxer", gli Otto Ohm live al Dejavù

Venerdi 17 aprile alle ore 21 al Dejavu’ ArtAppArt di Pozzuoli si terrà il concerto degli Otto Ohm che presenteranno l’ultimo lavoro discografico Boxer  (info e prenotazioni 0815265902-3887387532).  Il concerto di Pozzuoli rappresenta l'unica tappa campana del tour degli Otto Ohm.

Boxer è il sesto album degli Otto Ohm, il cui primo lavoro risale al 2000. Sono passati quattordici anni da quel primo disco e diciassette dalla formazione della band. Ci è voluto questo tempo per scrivere la musica e le parole di Boxer. Dodici brani accuratamente selezionati, prodotti, cantati, raccontati e trasmessi per comunicare passo dopo passo il senso quotidiano della vita. E per arrivare a delegare alla musica questo incarico, serve un’attenzione a tutto il discorso artistico, a partire dall’osservazione costante e disillusa della realtà. E poi serve una maturità lessicale per portare in parole un’intera piaga sociale “…che aspettiamo di vendere un cristo per riscuotere i trenta denari e l’opportunità di marcire in un bingo“, senza dimenticare che un discorso diventa credibile se il suo suono è cristallino e preciso, come la cura nel trovare le sonorità più adeguate e le atmosfere più credibili per parlare alla gente. Perché non sei credibile se non sei preciso in quello che dici e Boxer incide profondamente durante l’ascolto, non lascia spazio a facili interpretazioni.

Ascoltato tutto d’un fiato Boxer collega un’emozione all’altra e genera uno stato d’animo perfettamente coerente con l’armonia e la melodia del brano, come se dentro di te si costruisse un discorso che risuona tra le note del disco, producendo consapevolezza e coscienza. Anche il mondo delle cose intorno a te diventa palcoscenico “nel masochismo che ci spinge a perdere le cose e poi rimpiangerle vedere se spariscono davvero oppure è come dicono, che restano e siamo noi che andiamo via da loro” come se davvero in scena ci fosse la vita di qualcun altro invece della tua. Sono passati sei anni da Combo e cinque da Ohm Made, apparentemente un tempo lunghissimo ma l’ispirazione per Boxer ha seguito la strada del progetto artistico, senza farsi condizionare da pericolose scadenze di calendario. “Ci si arriva da molto lontano ad essere quello che sei a capire che tutti gli errori hanno un senso nascosto faccio parte soltanto dei conti che in fondo non tornano mai e di certo non basta a trovare il mio posto".

11:15 14/04

di Redazione

Commenta

A Bruno Vespa il "Civicrazia - Napoli per l'eccellenza 2015"

Venerdì 17 Aprile, alle ore 18,00 presso la Galleria “Al Blu di Prussia” di Napoli si svolgerà la serata di gala per la consegna del premio “Civicrazia -Napoli per l’eccellenza 2015”, un evento culturale che, da sei anni, omaggia chi, a Napoli e per Napoli, ha fatto dell’eccellenza un obiettivo costante del proprio lavoro.

Lucia d’Amico Tilena, Presidente del Comitato e ideatrice del premio, insignirà del prezioso riconoscimento personalità d’eccezione che hanno mostrato un particolare impegno in ambito etico e civile e che si sono distinte nel campo artistico - culturale per aver promosso l’immagine partenopea in tutto il mondo.

Giunta alla sua sesta edizione, la manifestazione, nata nel 2010, ha la Medaglia e il Patrocinio  del Presidente della Repubblica Italiana  e dell’Università degli studi “Suor Orsola Benincasa” di Napoli ed è promossa dall’Associazione “Il Ponte della Civicrazia”, nata nel 1992  per dar lustro alla cultura civicratica che ha a cuore le sorti della città partenopea affinché anche il potere pubblico sia davvero al  servizio del cittadino

Per l’edizione 2015 la Stella civicratica sarà conferita al giornalista e conduttore televisivo  Bruno Vespa, al regista e musicologo  Roberto De Simone, alla dottoressa Vittoria Doretti, alla regista Nadia Baldi e il regista Italo Moscati.

La serata sarà allietata dalle musiche dell’artista Pino De Maio.

Tra i premiati delle edizioni precedenti spiccano nomi illustri tra i più celebri interpreti nel panorama artistico e culturale italiano quali:

Carla Fracci  (direttrice del corpo di ballo del Teatro dell'Opera di Roma); Marina Confalone  (attrice); Luca Verdone  (regista); Antonello Cascone   (direttore d’orchestra); Renato Francesconi  (cantante lirico);  Roberto Vona  (professore); Clementina Gily   (professoressa); Claudia Cardinale (attrice); Annamaria Akermann (attrice); Giorgio Albertazzi (attore); Ruggero Cappuccio (drammaturgo e scrittore); Pasquale Squitieri (regista); Iaia Forte (attrice); Pino de Maio (cantautore); Lina Sastri (attrice); Ugo Gregoretti (regista); Susanna Pescetti (direttore d’orchestra);  Francesco Antonio Grana ( giornalista vaticanista); Dario Candela (pianista); Isa Danieli (attrice); Lina Wertmüller (regista); Giancarlo Giannini (attore); Giovanni Esposito (attore); Ilaria de Laurentiis (attrice); Gianpaolo Morelli (attore), Riccardo Zamuner (violinista); Mimmo Liguoro (giornalista), Ugo Gregoretti (regista), Lina Sastri (attrice).

11:08 14/04

di Redazione

Commenta

A Napoli Certame Vichiano, 100 studenti da tutta Italia per il 'talent' della filosofia

Arrivano a Napoli da tutta Italia, con una folta rappresentanza dei licei campani, per sfidarsi in una talent competition colta e formativa: sono i quasi cento ragazzi risultati dalle selezioni di 23 scuole, da Pordenone a Melfi, che dal 16 al 18 aprile 2015 parteciperanno al Certame Vichiano. Il concorso nazionale dedicato al filosofo Giambattista Vico è giunto alla sua ottava edizione ed è stato premiato con la  Medaglia  del Presidente della Repubblica, onorificenza pervenuta proprio in questi giorni al Liceo Umberto I di Napoli, dove 8 anni fa è stato ideato.

Appuntamento primaverile ormai consolidato del calendario culturale nazionale, il Certame Vichiano propone tre giorni di attività aperte a studenti, cittadini e turisti, che si svolgono nel centro antico di Napoli, dai decumani a Palazzo Serra di Cassano. I ragazzi del quarto e quinto delle scuole superiori attesi a Napoli hanno superato una preselezione presso le loro scuole d’origine e si disputano  i vari premi  del concorso: viaggi in capitali europee e naturalmente moltissimi libri.

Il Certame s’inaugura con la lezione magistrale su “Vico poeta dell'alba”, tenuta dal Prof. Aniello Montano (Università di Salerno) giovedì 16 aprile alle ore 15:30 nella Sala Villani dell’Università Suor Orsola Benincasa (via Suor Orsola 10, Napoli).

Intervengono:  Ennio Ferrara (dirigente scolastico del Liceo Umberto I di Napoli), Domenico Bianco (coordinatore del Certame), Emma Giammattei e Nunzio Ruggiero (Università Suor Orsola Benincasa),  Marco Russo (Università di Salerno).

La prova concorsuale si svolgerà invece presso il Liceo Umberto I di Napoli venerdì 17 aprile a cominciare dalle ore 9:00. I ragazzi si cimenteranno con il tema: “La mente estesa: alle radici della razionalità''  attraverso l’analisi e il commento di un brano tratto dal libro secondo (“La logica poetica”) della Scienza Nuova (1744)

''Si tratta di una delle parti più note della Scienza nuova e in genere del pensiero vichiano - spiega Marco Russo - per la sua idea di ragione “impura” cioè legata alla storia, ai luoghi, ai corpi. Essa viene dunque riproposta anche per riflettere su limiti e possibilità di una razionalità plurale e multiforme, tema che la tecnologia e la globalizzazione hanno reso oggi più che mai attuale''.

Lo stesso giorno, alle ore 17:00, da Piazza del Gesù partirà la passeggiata “La filosofia nei decumani”, visita ai luoghi vichiani del centro storico di Napoli.

Sabato 18 aprile alle ore 10:00 a Palazzo Serra di Cassano, sede dell’Istituto italiano per gli studi filosofici, ci sarà la cerimonia conclusiva con la premiazione dei vincitori.

Il Certame, è indetto dal Liceo Classico Umberto I di Napoli, dal Dipartimento di Scienze del Patrimonio Culturale dell'Università di Salerno, dal  Dipartimento di Scienze Giuridiche della Seconda   Università di Napoli, dalla Facoltà di Lettere dell’Università Suor Orsola Benincasa,  con l'adesione dell'Istituto Italiano per gli Studi Filosofici. 

21:22 13/04

di Redazione

Commenta

Alla Parthenope, "Rifiuti secondo Natura. Tecnologie innovative e Strategie partecipate"

‘Rifiuti secondo Natura. Tecnologie innovative e Strategie partecipate’. L’incontro pubblico, mercoledì 15 Aprile 2015, Aula Magna dell’Università degli Studi di Napoli ‘Parthenope’ (Centro Direzionale, Isola C4), si propone di identificare un percorso partecipato “più verde” per il futuro della città di Napoli, nel quadro delle politiche ambientali europee. Ricercatori, imprenditori, e rappresentanti delle autorità pubbliche e delle parti sociali, sono invitati a dibattere di strategie innovative per la gestione dei rifiuti solidi urbani.

L’occasione di tale approfondimento è offerta dalla presentazione dei risultati del progetto scientifico e dimostrativo MARSS (Material Advanced Recovery Sustainable Systems – Sistemi Sostenibili Innovativi per il Recupero dei Materiali), finanziato dal programma Life Plus dell'Unione Europea (2012), di cui la Parthenope è Partner.

Il progetto MARSS si colloca a valle della raccolta differenziata dei rifiuti solidi urbani (RSU), con forme innovative di separazione meccanica e biologica per una ulteriore estrazione delle frazioni organiche, metalliche e non metalliche presenti nel rifiuto. La frazione organica residua, così raffinata, può essere destinata a impianti per energia da biomassa compatibili con le direttive europee sullo smaltimento dei rifiuti e sulla riduzione dell’impatto ambientale. Per maggiori informazioni, è possibile consultare il sito: www.marss.rwth-aachen.de.

Una soluzione tecnica, per quanto innovativa, non può tuttavia essere considerata come l’ultima parola in materia di trattamento dei rifiuti. Il discorso deve inevitabilmente proiettarsi ben oltre gli aspetti tecnologici ed affrontare tematiche più globali, connesse allo sviluppo dell’economia, agli stili di vita, alla prevenzione dei conflitti decisionali e in definitiva alla prevenzione dei rifiuti stessi.

Grazie alla presenza degli esperti del progetto MARSS, degli amministratori locali, dei funzionari dell’Unione Europea, nonché di una molteplicità di soggetti interessati, in rappresentanza della realtà imprenditoriale, del mondo della ricerca e della società civile, sarà possibile analizzare in maniera dettagliata le alternative per un futuro senza rifiuti, sia a livello locale che globale. Per questo sarà necessaria la creatività, l’innovazione e la partecipazione di tutti gli interessati, così da essere in grado di guardare oltre i ristretti confini spaziali e temporali del singolo problema o impianto, disegnando insieme una nuova strategia per ridurre i rifiuti e rendere la loro gestione più sostenibile.

Il programma prevede l’intervento di Tommaso Sodano (Vice-Sindaco di Napoli), di Rossano Ercolini (Presidente di “Zero Waste Europe”), di Raffaele Del Giudice (Presidente ASIA), e di Docenti delle Università di Barcellona, Aachen, e Napoli, nonché una tavola rotonda pomeridiana cui sono stati invitati rappresentanti delle Istituzioni, degli Enti di ricerca, dell’Industria e della Società Civile, con ampia possibilità di interventi e commenti da parte del pubblico.

I punti di dibattito per la Tavola Rotonda possono essere così sintetizzati:

• cambiamenti necessari negli stili di vita collettivi e individuali finalizzati alla prevenzione e riduzione dei rifiuti

• cambiamenti necessari nell’economia cittadina

• innovazione nelle forme della raccolta e del trattamento dei RSU

• accettabilità delle soluzioni tecnologiche convenzionali e innovative

• ruolo degli stakeholders (associazioni, comunità locali, mondo della ricerca, imprenditoria, singoli cittadini)

• strategie participate per la gestione appropriata dei RSU

• commenti e suggerimenti sulla situazione attuale della gestione dei RSU a Napoli

 

L’incontro è patrocinato dal Comune di Napoli, dall’ENEA e dall’Ente di Previdenza e Assistenza dei Biologi (ENPAB).

 

Comitato organizzativo

Sergio Ulgiati, Università degli Studi di Napoli 'Parthenope', sergio.ulgiati@uniparthenope.it

Gabriella Fiorentino, Università degli Studi di Napoli 'Parthenope', gabriella.fiorentino@uniparthenope.it

Maddalena Ripa, Università degli Studi di Napoli 'Parthenope', maddalena.ripa@uniparthenope.it

Viviana Cigolotti, ENEA, viviana.cigolotti@enea.it

21:19 13/04

di Redazione

Commenta

Tueff presenta "My raplosophy" alla Feltrinelli

Mercoledì 15 aprile alle ore 18 presso la Feltrinelli di Piazza dei Martiri, TUEFF, alias Federico Flugi, presenta il suo primo disco da solista "MY RAPLOSOPHY", edito da Suoni del Sud e distribuito da Audioglobe e Fullheads dal 13 aprile in tutta Italia.

Con lui alcuni dei protagonisti che hanno collaborato alla realizzazione del lavoro per uno showcase come Monica Sarnelli, Marco Zurzolo, Shona, Oyoshe, Jegg, DopeOne, Sonakine e l'editore Peppe Ponti.

Nella serata di mercoledì dalle 22, Tueff sarà protagonista di “Quelli di radionapoli24.it  il format radiofonico di Crc dedicato alla musica emergente in diretta live dal Barrio Napoli di vico Satriano 10, locale dal grande fermento artistico.  

Un disco che non strizza l‘occhio a nessun suono mainstream dell’attuale panorama hip hop italiano ma un classic che farà scatenare gli amanti del rap anni ’90. “Sonorità che, missando soul, funky, hip hop, scorrono orecchiabili e musicali, in accompagnamento a testi che non risparmiano denunce e verità scomode. Ispirato dalla scuola del rapper americano KRS-One, Tueff porta in primo piano nel suo rap lo scenario in cui vive, in pieno stile hip hop, in una commistione di attualità e tradizione, traendo forza dagli insegnamenti del Neapolitan Power. Cantate rigorosamente in lingua napoletana che le 15 tracce del disco percorrono un unico filo conduttore che vuole mettere a nudo l’essenza stessa del lavoro del rapper, raccontare la strada e la vita reale: Il mio rap è per tutti, è un telegiornale di strada senza filtri” (Tueff).

“My Raplosophy” racchiude nel titolo stesso il percorso di Tueff che, dopo anni di militanza nella musica come speaker radiofonico ed MC in altri progetti, ha sentito l’esigenza di dare spazio e voce alla sua personale filosofia di vita.Tra le altre collborazioni troviamo​: da Maurizio Capone dei BungtBangt a Ciccio Merolla, Dj Jad, Valerio Jovine, Franky B, ShaOne, DopeOne, ‘O Pecone, Shark, Rametto, Yambù, Tonico70, Dj Uma, Bonbooze, 

​Aniello ​Misto, Lino Pariota, Sonakine, Funkcesco Mopo, Irhu.

21:13 13/04

di Redazione

Commenta

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici