Domenica 28 Maggio 2017 - 12:24

"Napule Allucca", Ivan Granatino si scaglia contro i cori razzisti

"Il mio canto è più forte del razzismo": cosi Il rapper cantante Ivan Granatino risponde ai cori razzisti, semplicemente con la musica e con un nuovo singolo. Dopo la partecipazione con il brano “Chapeau”, alle selezioni di Sanremo Giovani a cui era arrivato tra i sessanta finalisti per accedere alla finale e poi scartato  con non poche polemiche per quella sua eliminazione, il rapper campano Ivan Granatino ritorna ancora più grintoso e determinato con un altro brano “Napule Allucca”, di cui il video a soli pochi giorni dalla pubblicazione ha superato le 200mila visualizzazioni . Il brano è l’urlo con cui il cantante risponde ai cori razzisti sempre tristemente attuali nelle tribune degli stadi durante le partite di calcio. Si fa riferimento al Vesuvio e in generale alla frase “lavali col fuoco” con cui le tifoserie offendono i napoletani. “Proiettati nel futuro col mito americano, stiamo ancora a parlare di differenze tra nord e sud – dichiara Ivan Granatino – la mia musica è l’unica arma che conosco contro i cori razzisti e i pregiudizi che ci sono quando si parla di Napoli. Il video ( regia di Johonny Dama )   si apre con la maestosità del cratere del Vesuvio e poi si trasferisce nel cuore di Napoli tra centro storico e Scampia dove si vedono i ragazzi del Parcour Napoli, saltare e correre tra scale, tetti , muretti della città.