Sabato 16 Febbraio 2019 - 7:34

Perché un sito perde posizioni su Google

I motivi per i quali un sito può perdere posizioni su Google sono numerosi, ma in molti casi una improvvisa riduzione dei risultati sui motori di ricerca è correlata a falle di sicurezza. La colpa, per esempio, può essere del server. Non tutti sanno che anche i server sono analizzati dai motori di ricerca, che hanno il compito di verificare la loro attendibilità. Un problema si può concretizzare quando si opta per un server molto economico e improntato al risparmio: così può accadere che i dati di un sito "normale" finiscano insieme con quelli di un sito pornografico o dedicato al gioco d'azzardo. Una situazione di questo genere ha un'influenza negativa nei confronti della reputazione del sito, il cui posizionamento - di conseguenza - è destinato a scendere. Il server, inoltre, è importante anche sul piano dell'ubicazione geografica: se, per dire, il server che ospita un sito con dominio italiano è situato nello Sri Lanka, viene notata una sospetta incoerenza che non può che avere ripercussioni.

Come risolvere il problema?

Che cosa si può fare per risolvere questo inconveniente ed evitare di continuare a perdere posizioni? Il consiglio è quello di fare affidamento su un esperto del settore come Egidio Imbrogno, pronto a fornire l'assistenza necessaria per dire addio a ogni problema in merito. In linea di massima, comunque, una soluzione può essere quella di trasferire il sito verso un altro server, ovviamente caratterizzato da un livello di attendibilità più elevato, meglio ancora se situato in Italia.

Che cosa fare con lo spam nascosto

In altre circostanze l'origine di tutti i mali deve essere individuata nello spam nascosto. Può accadere, infatti, che in seguito a un attacco hacker un sito continui a funzionare come se nulla fosse, in maniera normale almeno in apparenza, ma contenga in realtà dei collegamenti spam che assecondano le esigenze dei cyber criminali. Il problema è che, ovviamente, questa spam va a inficiare il posizionamento, come una patologia che non dà sintomi e che mina da dentro il corpo umano. Così, a causa dello spam le prestazioni e il livello di sicurezza di un sito rischiano di essere seriamente compromessi.

I campanelli di allarme

In altre occasioni, può accadere che ci sia qualcosa di strano nel codice del sito. Un sintomo di questo inconveniente, oltre alla perdita di posizioni, è un rallentamento inconsueto. Ecco, quindi, che occorre controllare ogni pagina del sito, anche per scongiurare la presenza di spam. Il problema è che dopo che si è stati classificati come spam non è così semplice riconquistare le posizioni perdute, visto che occorre mettere in atto procedure lunghe e laboriose che facciano apparire il sito ancora affidabile agli occhi dei motori di ricerca. Un lavoro simile non può essere improvvisato, ma deve essere gestito solo da un professionista di questo campo, proprio a causa della sua complessità e della sua delicatezza.

I virus nelle pagine

Se lo spam è il male, i virus sono il diavolo. Può essere che un pirata informatico abbia contaminato il sito con un virus a causa del quale chi lo visita venga automaticamente infettato. Se si cerca il portale su Google, esso viene classificato come non sicuro. Non si può scampare, in questo caso, alla discesa del posizionamento. Per rimediare, occorre in primo luogo eliminare il virus lato server: dopo che l'intruso è stato rimosso dal codice, bisogna anche accertare che non siano presenti delle varianti dello stesso. Come si può ben immaginare, più passa il tempo tra il momento dell'attacco e la risoluzione del problema e più scendono le possibilità che il sito non ne risenta.

15:59 6/02

di Redazione

Commenta

Laura Castelli al forum sulle novità fiscali

Laura Castelli, sottosegretario all’Economia, interverrà al forum sulle “Novità Fiscali 2019”, promosso dall’Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Napoli, presieduto da Vincenzo Moretta, che si terrà a Napoli giovedì 7 febbraio 2019 dalle ore 9,00, nell’aula magna del Centro congressi “Federico II” (Via Partenope, 36).

“Dopo settimane di concertazione tra il governo italiano e l’Unione Europea - sottolinea Moretta -, ecco ‘nero su bianco’ tutti i provvedimenti contenuti nella Manovra finanziaria 2019 accompagnata da un decreto fiscale che ha registrato tra scontri e rinvii un lungo braccio di ferro anche all’interno della maggioranza di governo sulle tematiche più calde”.

“Criticità e punti di forza della legge di bilancio saranno al centro del dibattito con approfondimenti molto dettagliati sulla fatturazione elettronica, l’argomento più ‘caldo’ di tutti, che ha sfaccettature sia tecniche che organizzative (con ricadute nella gestione digitale degli studi professionali per non incorrere nell’espulsione dal mercato del lavoro), la possibilità per le imprese, anche in contabilità semplificata, di riportare in avanti le perdite. Vera novità - ha aggiunto il numero uno dei commercialisti partenopei -, poiché sino all’anno scorso e storicamente ciò non è mai stato consentito”.

Secondo Francesca Giglio, presidente della commissione Imposte dirette e indirette dell’Odcec di Napoli è “positivo il tentativo di rimettere in ‘gioco’ i contribuenti che hanno ricevuto avvisi di accertamento e cartelle esattoriali e che non sono riusciti a completare l’iter previsto dalla ‘rottamazione 1 e 2’, attraverso la ‘pace fiscale’, un provvedimento composto da nove misure tutte diverse tra di loro”.

“Mi lascia perplessa, invece, l’estensione del regime forfettario anche a soggetti economici di medie dimensioni che hanno redditi significativi, ossia coloro i quali in un anno hanno incassato meno di 65mila euro, poiché - osserva Giglio - sebbene la cosiddetta ‘flat tax’ per le partite Iva (o meglio, il nuovo regime forfettario) rappresenti un’apertura verso i contribuenti, tassandoli in maniera fissa con il 15%, potrebbe generare un nuovo ‘grosso giro di nero’ nel Paese”.

All’incontro introdotto da Virgilio Pomponi (generale di divisione Comando Regionale Campania Napoli Guardia di Finanza), Salvatore Cortese (capo settore controlli direzione regionale Agenzia delle Entrate della Campania), Maurizio Montemagno (direttore interregionale per la Campania e la Calabria Agenzia delle Dogane), interverranno Dario Marano (tenente colonnello Comando Regionale Campania Napoli Guardia di Finanza), Salvatore Giordano (presidente dell’Odcec di Salerno), Paola Coppola (professore associato di diritto tributario dell’Università degli Studi di Napoli Federico II”), Antonio Gigliotti (direttore Fiscal Focus), Pasquale Saggese (Fondazione Nazionale Commercialisti), Salvatore Rossitto (funzionario Agenzia delle Dogane di Napoli 2), Maurizio Leo (docente Scuola Centrale Tributaria).

Le tavole rotonde saranno moderate da Immacolata Vasaturo (consigliere delegato Odcec di Napoli) e Claudio Turi (commissione imposte dirette e imposte indirette).

La conclusione dei lavori sarà affidata a Raffaele Fiume (professore Ordinario di Economia Aziendale Università degli studi di Napoli Parthenope.

19:10 5/02

di Redazione

Commenta

Sanremo 2019, Nino D'Angelo: «Liberato potrei essere io, ho perso mamma il 9 maggio»

SANREMO. «Liberato potrei essere io». Scherza Nino D'Angelo in conferenza stampa al teatro Ariston. Si esibirà stasera nel brano "Un'altra luce" in tandem con Livio Cori, spesso affiancato al misterioso rapper napoletano. «Sono stato più furbo di voi - prosedue D'Angelo - quando Liberato si esibì su Lungomare di Napoli tenni Livio tutto il tempo a telefono con me. Ho la prova che non è lui!». E poi conclude. «Potrei essere più io Liberato, ho perso mamma il 9 maggio (titolo di una canzone di Liberato, ndr)». 

17:07 5/02

di Alessandro Savoia

Commenta

Sanremo 2019: Ultimo favorito dai bookmakers, Irama balza al secondo posto poi Il Volo

Fervono i preparativi nella città dei fiori e, come ormai da consuetudine, anche la giostra dei pronostici su chi si aggiudicherà questa 69esima edizione del Festival di Sanremo, al via questa sera.

In poche settimane, infatti, gli analisti di planetwin365 hanno preso nuovamente in esame le quote sui favoriti, tra giovani promesse e veterani del Festival, ricalibrando le previsioni già dalla testa della ipotetica classifica finale.

Se Ultimo continua a mantenersi probabile vincitore (la sua quota si è addirittura abbassata, da 1,95 a 1,90) subito dietro c’è già la prima sorpresa: Il Volo scende al terzo posto (3,70) mentre Irama compie un clamoroso scatto andando a piazzarsi al secondo posto e la sua quota passa da 11,00 a 3,00.

Non solo nel potenziale podio le sorprese sulla lavagna di planetwin365. Basta guardare il quarto posto, occupato da Nek: la quota del cantautore emiliano si è dimezzata passando da 13,00 a 6,50. Ancora più importante la scalata di Daniele Silvestri che, probabilmente anche grazie alla forza del messaggio contenuto nella sua Argentovivo presentata in questi giorni e già tra le simpatie della critica, passa da quota 33,00 a 7,50 e scavalca il coetaneo Francesco Renga, le cui probabilità di successo passano invece da quota 7,00 a quota 11,00.

Più in basso, il movimento più significativo è sicuramente quello del duo Nino D’Angelo-Livio Cori, che conquistano pian piano fiducia di pubblico e bookmakers: adesso la vittoria dell’inedita coppia è quotata 25,00, solo tre settimane fa sulla lavagna di planetwin365 si leggeva quota 66,00 (quota rimasta invariata, anche rispetto ai primi pronostici degli analisti, per Achille Lauro e Mahmood, vincitore l’anno scorso nella categoria “Giovani”).

16:49 5/02

di Redazione

Commenta

Made in Italy, a Casa Sanremo il menù è tracciabile con un'App

Sulle tavole del Roof di Casa Sanremo, l’esclusivo ristorante dell’area hospitality del Festival della Canzone Italiana, non ci sarà il classico menù ma un codice a barre da leggere con l’App Authentico, grazie al quale si accede a un menu digitale dove scoprire i piatti del territorio preparati per gli ospiti e la provenienza delle materie prime utilizzate dagli chef. Authentico, così, rivoluziona la tutela dei prodotti agroalimentari cominciando dalle tavole dei ristoranti. E lo fa con una nuova funzione dell'App gratuita sul cibo italiano originale più diffusa al mondo, che consente di risalire alle origini degli alimenti impiegati nei menù, che sarà presentata in anteprima a Casa Sanremo. I ristoranti, le pizzerie, le gourmanderie e più in generale i locali di ristorazione sono i luoghi privilegiati per promuovere il consumo di cibo italiano, nel mondo ma anche in Italia dove sempre più spesso vengono utilizzati prodotti non originali. E solo dalla tavola può partire la controffensiva all'italian sounding, il fenomeno dell'imitazione e della contraffazione dei cibi e delle bevande italiane che produce un giro d'affari più del doppio dell’export italiano ufficiale con circa 100 miliardi di fatturato, rispetto ai 42 generati dall'export. Con Authentico i consumatori di tutto il mondo possono facilmente riconoscere i veri prodotti enogastronomici Made in Italy e a segnalare quelli falsi, i fake. Alle tavole di Casa Sanremo gli artisti e i manager, gli addetti ai lavori e i giornalisti ospiti del Festival della Canzone italiana, potranno scoprire la provenienza delle eccellenze agroalimentari utilizzate dagli chef nei menù preparati per loro. Con l'App, infatti, si può sapere immediatamente se si sta mangiando o acquistando un vero cibo italiano oppure un fake, un'imitazione. Inoltre Authentico aiuta a trovare la pizzeria o il ristorante più vicino dove mangiare pizze o piatti 100% italiani. Ma con l'App ideata dalla omonima startup napoletana è ancora possibile conoscere le storie dei produttori, curiosità sul territorio e le ricette originali in qualsiasi posto del mondo ci si trovi. Con la presenza alla 69a Edizione del Festival della Canzone italiana, Authentico rafforza ulteriormente la partnership con il Gruppo Eventi, che produce e gestisce alcuni tra i più importanti eventi italiani, dove, nelle aree hospitality, offre ai suoi ospiti i migliori prodotti della tradizione italiana. «Una grande opportunità per far conoscere le eccellenze del nostro territorio agli artisti e ai numerosi addetti ai lavori presenti al Festival» ha affermato il CEO di Authentico Giuseppe Coletti.

 

14:08 5/02

di Redazione

Commenta

La Campania protagonista a Casa Sanremo

Casa Sanremo Vitality’s, progetto ideato e realizzato da Vincenzo Russolillo, presidente del Consorzio Gruppo Eventi, porta un po’ di Campania in Vetrina. Mercoledì 6 febbraio, alle 19, appuntamento con Gianni Valentino e il suo libro “Io non sono LIBERATO”, pubblicato da Arcana. Lo spazio Ivan Graziani Theatre ospiterà, per la rassegna “Writers”, il giornalista che proporrà al pubblico un interessante viaggio, che va oltre l’indagine alla scoperta dell’identità di LIBERATO, il “munaciello” contemporaneo, che con le sue 6 hits spicciolate sul web, una alla volta, è andato ben oltre Napoli, conquistando Milano. La scrittura di Gianni Valentino diventa un bel pretesto per fare un viaggio serio nella Napoli musicale, patria dell’underground, della house music (oggi vaneglo del brand Neuhm), dei neomelodici, di una dialetto che è una vera e propria lingua (al pari dell’inglese, del francese, del tedesco e dello spagnolo) e dell’intreccio di tutto ciò che viene fuori da penne, carta, iPad, iPhone e travalica i confini di una città e pure di una regione, dove il sangue creativo ribolle ogni singolo giorno dint’e vene.

Sempre mercoledì 6 febbraio, alle 2, la Lounge Mango ospita Tony Bungaro e il suo “Maredentro Il viaggio”, lavoro musicale realizzato con il compositore e pianista napoletano Antonio Fresa. Ospiti di “Storie di musiche”, format che unisce show case e racconto, Bungaro e Fresa porteranno a Casa Sanremo uno straordinario lavoro che, dopo il grande successo dello scorso Festival di Sanremo con “Imparare ad amarsi” cantata da Ornella Vanoni e Pacifico, è stato protagonista di una tournée italiana di successo.

Con “Italia in vetrina”, curato da Cataldo Calabretta, spazio al racconto dei territori della penisola con tutto ciò che li rende belli e preziosi. Un viaggio attraverso le tradizioni culinarie, raccolte in uno show cooking nel Roof di Casa Sanremo Vitality’s, la storia e il patrimonio artistico e culturale delle città. Alla Campania sono dedicati due momenti: uno dedicato alla regione e un altro al territorio di Nocera Inferiore.

Protagonista anche la pizza, con i napoletani Angelo Pezzella, che con la sua Pizzeria Pezzella ha conquistato Roma; Pino Celio di Lucignolo Bellapizza e Valentino Libro della Pizzeria Libro’s. Guest ai forni: Davide Civitiello e Alberto Bonocore.

Anche il format “Glamour Week”, con le firme della moda italiana protagoniste di capsule dedicate, condotte da Veronica Maya, napoletana d’adozione.

Pure il benessere arriva dalla Campania con uno spazio esclusivo in Lounge Mango a cura di Stefano Serra, ideatore del Dream Massage della SPA “Antica Essenza” dell’Hotel San Francesco al Monte.   

12:46 5/02

di Redazione

Commenta

GRETA & THE WHEELS live at Mamamu

Venerdì 8 febbraio, Greta & The Wheels (Greta Zuccoli - voce, Emiliano Attolini - chitarra, Lorenzo Campese - tastiera e voci e Caterina Bianco - violino) saranno dal vivo al Mamamu di Napoli.

La giovane band Greta & The Wheels propone un repertorio dalle sonorità prevalentemente new-folk e si fa spazio sulla scena napoletana dal 2017 con il primo EP omonimo (da cui i due singoli "Darwin" e "Swinging in the town"). Lo scorso gennaio la band ha realizzato una versione di "Grazie dei fiori", sigla dell'omonimo programma, attualmente ancora in onda su Rai 3. La leader del gruppo, Greta, ha duettato per la prima volta con il noto cantautore irlandese Damien Rice, lo scorso dicembre all'Olympia di Parigi. La giovane cantautrice ritorna al fianco della star internazionale in occasione del suo tour estivo in barca a vela:"Wood Water Wind Tour". Greta collabora in qualità di cantante all nuovo progetto di Amnesty International, "Eleanor's Dream", che la vede ospite di vari eventi in tutta Europa insieme a noti artisti del panorama internazionale.

 

11:08 5/02

di M.S.

Commenta

"La Cucina della Morrigan"

Dopo circa 15 anni di onorata militanaza vomerese, lo storico Morrigan di Alessandro Radica (nella foto di Gianfranco Irlanda), riparte con un nuova veste e una nuova sede.

Il 9 febbraio, infatti, ad Aversa (via Paolo Riverso 57), con una serata all’insegna della musica rock, farà ufficialmente il suo debutto “La Cucina della Morrigan”.

Il vecchio Morrigan al Vomero – commenta Alessandro Radica – ha sempre creduto nella buona cucina e nella bella musica; ed è questo spirito di continuità, unito a nuovi stimoli e alla volontà di migliorare sempre più la qualità dei nostri servizi, non solo sotto il profilo della ristorazione ma anche nell’ambito dell’intrattenimento musicale, che contraddistinguerà il nuovo locale che ho aperto ad Aversa. Anche la scelta della location non è stata casuale. Aversa è città universitaria piena di giovani e “La Cucina della Morrigan” è facilmente raggiungibile in auto anche da Napoli, sita in una zona viva, ricca di locali, e con ampi spazi di libero parcheggio; fattori, questi, importanti per garantire il massimo confort ai clienti, ai quali ho sempre inteso offrire l’accoglienza e il calore di un vero “PUB”, così come io, per primo, l’ho imparato a conoscere e a vivere nelle numerose visite da me fatte alle “Public House” nel corso dei miei tanti viaggi all’estero. A differenza con il passato, ho poi deciso di aprire, dal lunedì al venerdì, regolarmente anche a pranzo, per dare alla clientela un ulteriore servizio. Il 9 febbraio, dopo un mese di “collaudo” che già ci ha ottime risposte in termini di riscontro di clienti vecchi e nuovi, faremo l’inaugurazione ufficiale e, come da tradizione per noi, sarà presente ottima musica dal vivo, in questo caso con i Rock of Ages”.    

 

    

 

10:53 5/02

di M.S

Commenta

Sanremo, ecco Musify l’app per conoscere i protagonisti

In attesa di ascoltare stasera i 24 inediti in gara al 69esimo Festival di Sanremo, condotto da Claudio Baglioni con Claudio Bisio e Virginia Raffaele, c’è un’app che permette di giocare e indovinare le canzoni dei protagonisti di questa edizione. È Musify (www.musify.it), il nuovo quiz musicale per smartphone, scaricabile gratuitamente sia su iOS che su Android, che aspettando la sfida dell’Ariston lancia le playlist dedicate alla kermesse canora più importante d’Italia.

La playlist “Aspettando Sanremo 2019” contiene tre canzoni già edite per ciascun partecipante all’edizione 69 del Festival, un modo nuovo e divertente per arrivare preparati alle serate in onda su Rai1.

Per scalare la classifica di Musify bisogna essere tra i più veloci nell’indovinare il brano nei 10 secondi di ascolto messi a disposizione: parte la musica e l’utente potrà scegliere tra 4 risposte, di cui solo una sarà quella corretta. Verrà richiesto a volte di indovinare l’artista, altre volte il titolo della canzone.

Sono disponibili anche le playlist “Sanremo Story - I Vincitori” con le canzoni che hanno trionfato nel corso degli anni (ad esempio “L'uomo volante” di Marco Masini nel 2004, “Grazie dei fiori” di Nilla Pizzi nel 1951, “Adesso tu” di Eros Ramazzotti nel 1986), “Sanremo Story - I Grandi Successi” con quelle che, pur non salendo sul primo gradino del podio sono diventate hit immortali (ad esempio Vasco Rossi con “Vado al massimo” nel 1982 e Zucchero con “Donne” nel 1985), e quella “Sanremo Giovani 2019” contenente i brani delle nuove proposte scese in campo quest’anno.

Dal terzo giorno della rassegna, giovedì 7 febbraio, verrà inserita anche la playlist “Sanremo 2019” con le canzoni dei big in gara quest’anno.

Oltre a queste categorie dedicate al festival, sarà possibile cimentarsi con tutti i generi musicali: dal Pop, al Rock fino alla Trap. Presenti anche le playlist “International Hits”, “Grandi Successi Italiani” e tante altre, per un totale di oltre 10mila brani da indovinare.

L’idea è di un team di giovani napoletani, guidati dal CEO Massimo Morgante, imprenditore digitale nel campo della musica: gli sviluppatori Roberto Pelonara, Alfonso Tesone, Davide Cifariello, la designer Nataliya Mandziy, il business developer Marco Esposito, l’advisor Gennaro Tesone.

09:54 5/02

di Redazione

Commenta

Virus e vaccini: facciamo chiarezza

Organizzato dal Sumai domani mattina al la sala Tiempo al Centro direzione  
si svolgerà il convegno ‘Virus e Vaccini’. Al convegno prendono parte  
oltre a Silvio Garattini, Mario Forlenza ,il segretario provinciale del  
Sumai Gabriele Peperoni, Maria Triassi  e Angela Attanasio, responsabile  
scientifico del convegno. ‘Le infezioni virali  spiega Angela Giannattasio  
- sono causa di molte malattie anche gravi quali cancro cirrosi, cancro  
dell’utero cancro del cavo orale, etc, è risaputo che i farmaci atti a  
combattere le infezioni virali sono pochi e molte volte si tratta anche di  
farmaci sintomatici, come nel caso delle sindromi influenzali’. ’L’uso dei  
vaccini – continua Giannattasio - pertanto diventa fondamentale per  
prevenire molte malattie virali. Grazie alla vaccinazione sono state  
debellate malattie quali vaiolo e poliomelite e sono stati ridotti  
tantissimo i casi di morbillo, parotite, epatite B. Il vaccino per  
l’influenza, durante le epidemie, e’ in grado di proteggere categorie a  
rischio quali cardiopatici, diabetici e donne gravide. Non ultimo, come  
importanza, il nuovo vaccino nonavalente che previene l’infezione da  
Papilloma virus (HPV), un virus che puo’ portare al cancro delle cervice  
uterina e non solo’. ‘Vista la grande attenzione data alle vaccinazioni,  
sia dal governo che dai media,  - conclude Angela Giannattasio - abbiamo  
ritenuto opportuno invitare relatori di fama internazionale a fare  
chiarezza su questo delicato argomento. Il corso di aggiornamento  
deluciderà i partecipanti sulla diagnostica virologica, spiegando le  
metodiche piu’ innovative attualmente in uso, sull’aspetto clinico delle  
patologie provocate dai virus e sull’utilizzo dei vaccini’.

 
 

20:25 4/02

di Redazione

Commenta

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis