Giovedì 15 Novembre 2018 - 12:30

Acquistava beni intestati ai familiari, maxi-sequestro nel Salernitano

Operazione dei carabinieri a Mercato San Severino: nei guai un pregiudicato

MERCATO SAN SEVERINO. I militari del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale Carabinieri di Salerno hanno sequestrato quest'oggi, tra Mercato San Severino, Castel San Giorgio e Siano, beni mobili e immobili per un valore complessivo di tre milioni di euro a Raffaele Botta, 55 anni, pregiudicato di Siano, e a due suoi figli (terzi interessati). Secondo gli investigatori l'uomo reinvestiva i profitti provenienti dall'attività di usura acquistando immobili, beni, terreni e aziende, che poi venivano intestati a familiari e terzi prestanome. I militari hanno messo i sigilli a due appartamenti (uno a Castel San Giorgio e uno a Mercato San Severino); un box per auto (a Castel San Giorgio); un terreno con annessi rustici (a Castel San Giorgio); tre bar (due a Mercato San Severino e uno a Siano); un negozio di abbigliamento (a Castel San Giorgio); una azienda per la lavorazione di marmi (a Siano) e un motociclo. L'uomo, considerato elemento contiguo al clan camorristico "Bisogno", attivo a Cava de' Tirreni e nei comuni limitrofi, è ritenuto responsabile del reato di usura (a seguito di sentenza di condanna passata in giudicato nel 2013).  

18:31 9/03

di Redazione


Inserisci un commento


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici