Una policromia d’immagini, sentimenti, idee, emozioni; una policromia d’intenti nella volontà coesa e comune di restituire all’arte una delle sue primigenie funzioni: essere matrice capace di imprimere nel reale l’immaginazione dell’essere umano quale ecumenico “decoro”.

E così, Aldam, Andrea, Flavia Bracale, Carolina d’Alterio, Daniela Doria, Lucia Cepollaro, Fabrizia Cesarano "Inartebizia", Emanuela Esposito “NUE”, Grazia Famiglietti, Antonio Foglia, Valeria Luganskaya, Andrea Moriello, Celeste Napolitano, Simona Occhiuzzi, Mario Pante, Luca Poce, Mario Romano, Bruna Troise, Daniela Valentino, Whatifier, hanno suggellato, decorando le saracinesche delle attività commerciali di Piazza Mercato, l’evento “Attacco d'Arte Poetico per Piazza Mercato”, manifestazione socio culturale di due giorni che ha celebrato le Arti nelle loro molteplici forme espressive, dalla poesia, alla letteratura, al reading, passando per la pittura, la fotografia, la musica ….    

Grande l’impegno di Rosa Mancini e dell’Associazione Poesie Metropolitane che con la Rivista Letteraria Mosse di Seppia e Caspar (Campania Slam Poetry) sono stati il cuore pulsante dell’evento; con loro, oltre ai numerosi volontari, Asso.Giochi, Consorzio Antiche Botteghe Tessili, ArteRunning, Boero (il colore italiano che ha donato 100 litri di vernice per le decorazioni delle saracinesche), Braveman Productions, Centro Chiaia Formazione Professionale, Associazione Gioventù cattolica - OdvNapoli 2035, Sii Turista della Tua Città, Perdifumo, Pizza & Sfizi di via Marina, Terra Mije e Wau Napoli.

Per l’occasione, a testimonianza dell'evento, abbiamo raccolto le dichiarazioni di una parte di chi ha fatto delle saracinesche la propria “tela”.    

Mi chiamo Aldam, sono uno street artist napoletano, ho apprezzato questa manifestazione in quanto credo che una zona ricca di storia come Piazza Mercato meriti una maggiore attenzione da parte del pubblico e delle istituzioni. Spero che i lavori di tutti gli artisti che hanno partecipato all'evento possa avvicinare i turisti ma anche i napoletani a questo magnifico borgo. Ringrazio tutti i partecipanti e l'organizzazione, sperando che l'esperienza si possa ripetere’ - Aldam

TUTTO BELLO! Bello che Piazza Mercato da ieri abbia una “faccia” diversa. Bella l’energia dei miei altri 19 compagni di “viaggio”. Bello il solito ed inesauribile entusiasmo di Rosa Mancini con la sua Poesie Metropolitane. Bella l’emozione degli autori delle poesie, che in punta di piedi hanno girato tutta la piazza per “ritrovarsi” nell’artista che stava dando forma alle loro parole! Bella la condivisione. Belle le risate genuine. Bello il vinello rosso ed i brindisi ad una NAPOLI che vuole crescere portando BELLEZZA! Bello esserci stata, dopo due anni dall’ultimo evento, a piazza Mercato. Bello vedermi DIVERSA rispetto a due anni fa. Insomma TUTTO BELLO’ - Flavia Bracale

In un periodo così difficile, parlare di rinascita, conforta ... Si inizia a intravedere uno spiraglio di luce...  L'arte ha un ruolo importante, è un raggio di luce che illumina un momento buio come quello attuale in cui vaghiamo... Scendere nel cuore di una delle Piazze più antiche di Napoli tra la gente, è stato un modo per far splendere di luce la nostra città, attraverso interventi artistici, valorizzandola con la bellezza dell'arte... Ogni artista dunque, con la propria visione, che si è arricchita grazie alla relazione diretta con i cittadini, interiorizzando stimoli e suggestioni, ha elaborato opere, che resteranno permanenti, creando una sorta di museo a cielo aperto, visibile a tutti... Portare arte e bellezza in piazza è un modo per ripartire...’ - Lucia Cepollaro

Essere tra i venti artisti che hanno dipinto le saracinesche a Piazza Mercato la scorsa domenica è stato un grandissimo onore! Ognuno ha contribuito con la propria energia a creare un momento pieno di vita, di vera rinascita. È stata una di quelle situazioni in cui mi sono sentita esattamente dove volevo essere e in profonda connessione con tutto quello che mi circondava. Ancora una volta la vita mi ha ricordato perché ho scelto di essere un’artista. Credo che vivere sia condividere, per cui avere la possibilità di esprimermi lasciando qualcosa di bello agli altri dà un senso a tutto quello che faccio. Troppo spesso sottovalutiamo l’impatto che la bellezza ha nelle nostre vite: ci ispira, ci rende orgogliosi, ci stimola. Rivalutare zone trascurate da troppo tempo diffondendo bellezza è il primo passo per guardare al futuro con uno spirito nuovo!  “Forse essere vivi significa questo, lasciarsi alle spalle tante catastrofi”, quest'ultima frase è una citazione, presa dagli ultimi due versi della poesia che ho dipinto, di cui è autrice Gigliola Izzo’ - Fabrizia Cesarano "Inartebizia"

Quest'evento è stato per me un'occasione per portare avanti un progetto che dura da qualche anno, ovvero la rappresentazione dell’immagine che ho voluto dipingere sulla saracinesca a piazza mercato. La stessa immagine, in modo differente, è stata riportata su alcuni muri a Roma, nel quartiere Tor Bella Monaca, un quartiere pieno di difficoltà socio culturali, come lo sono molti dei nostri quartieri napoletani; non sono brava a spiegare con parole quello che voglio esprimere, ed è per questo che ho scelto la pittura come mezzo espressivo per comunicare con il mondo. Voglio, però, riportare una frase che ha ispirato il mio lavoro e questo progetto che piano piano sta prendendo forma: "Le immagini possono risvegliare le coscienze come presupposto necessario per l'avvio di qualche azione. Un'immagine è come un appello a fare qualcosa, non solo per sentirti turbato o indignato. La foto dice: Basta, intervieni, agisci! (S. Salgado)’Carolina d’Alterio

Domenica è stata una meravigliosa giornata di condivisione, confronto, e non solo con gli amici artisti che hanno partecipato, ma anche con i passanti che si fermavano incuriositi facendoci i complimenti, accogliendo con gioia questa iniziativa di riqualificazione del quartiere che è giunta alla seconda edizione. Ho dipinto una delle quattro saracinesche del negozio Casa & Cose, mi sono ispirata all'Araba Fenice. Essa rappresenta la forza di reagire alle difficoltà della vita, quella forza interiore che deve ardere in ognuno di noi. Il mio dipinto è un inno alla vita, alla rivincita, e soprattutto al pensiero positivo’ - Daniela D'Oria

L’esperienza promossa dall’Associazione culturale Poesie Metropolitane è stata un momento di forte aggregazione sia di talenti che di amore, quello per la propria città, che ha spinto tutti noi ad offrire un contributo per la rinascita di questa piazza, purtroppo dimenticata. Poter respirare arte attraverso parole e immagini ci ha permesso di ricordare la vera natura di Napoli, che ha bisogno di far “esplodere” il suo cuore pulsante. Un ringraziamento va a tutti coloro che ci hanno dato la possibilità di essere lì, sperando di esserci ancora durante altre iniziative come questa’ - Emanuela Esposito “NUE”

Ho partecipato a entrambe le edizioni del festival, e iniziative di questo tipo sono importantissime in una città in cui gli interventi di "riqualifica" non sono mai abbastanza, nonché un'occasione per noi artisti per metterci in gioco. Spero che in futuro le istituzioni possano investire in progetti artistici ed incentivare le associazioni che si impegnano sul territorio’ – Grazia Famiglietti

"Hanno provato con l'odio e con il cinismo. Hanno alzato muri e costruito barriere. Ci hanno puntato contro fucili e parole crudeli. E hanno sparato dieci, cento, mille volte. Non sapevano che l'amore è un virus indistruttibile. E noi scintille di volontà e di vita". Quando ho letto la prima volta questa bella poesia di Michele Zaccone, “Resilienza”, ho capito subito cosa raffigurare, per stupire e calmare l’osservatore. Il mio obiettivo è che l’osservatore, dopo aver letto la poesia, possa riflettere sulle parole mentre guarda il mio dipinto che lo dovrebbe abbracciare e proteggere, trasmettendogli un’energia di tranquillità e sicurezza’ -  Valeria Luganskaya

Meravigliosa esperienza nel cuore di Napoli. I molti passanti hanno visto negli artisti l'energia che manca, la vitalità che sfugge. Io, in prima persona, ho dato valore a quella condivisione che il Covid ha portato via.  La mia poesia totalmente attuale, mi ha portato a riflettere maggiormente’ – Celeste Napolitano

Sono molto felice di aver partecipato a quest’iniziativa che mi ha permesso di conoscere tanti artisti e di dare un mio piccolo contributo a questa bellissima piazza e alle persone che ci vivono’ - Simona Occhiuzzi

Essere invitato a partecipare a questo evento è stato molto stimolante e divertente. Le organizzatrici e gli organizzatori sono stati gentilissimi e impeccabili. Mi stupisco sempre ogni volta che partecipo a un evento di street art di quanto la parte più stimolante sia sempre in ogni caso quella di conoscere altri artisti. La complicità, l’ironia e la voglia di condivisione, sia artistica che umana, la fanno da padrone per tutta la giornata, e il risultato è che sembra ogni volta di essere più ricchi rispetto a prima’ Luca Poce

È il secondo anno che partecipo ad “Attacco d'arte poetico per Piazza Mercato” e sempre mi emoziona l'idea di contribuire ad avvicinare alla poesia, e all'arte in generale, più persone possibili. L’opera che ho realizzato fa da cornice alla bellissima poesia di Federica Russo, “Inquieti”; è stato appassionante fare nascere dalle sue parole un lavoro che mi emoziona molto. Preziosissimo è stato il supporto degli organizzatori e della scuola di formazione "Centro Chiaia"’ - Bruna Troise

Ho partecipato a diversi eventi organizzati dall’associazione Poesie Metropolitane. Oltre alle saracinesche, spesso dipingiamo delle panchine poetiche. L’ultimo intervento a Mesagne (Br) risale a Luglio 2021 dove, in collaborazione con degli artisti locali, abbiamo riqualificato la villa comunale. Per noi artisti è una gioia poter donare la nostra arte alla città, che solitamente accoglie queste iniziative con grande entusiasmo. Anche ieri in Piazza Mercato è stato così. L’associazione Poesie Metropolitane aiuta a riqualificare il territorio regalando emozioni agli abitanti e valorizzando l’arte e poesia. Per questo merita il massimo supporto da parte di tutti noi cittadini e delle autorità’ - Whatifier

 

MS