Tantissimi i giovani che all'alba di oggi si sono ritrovati all'hub vaccinale della caserma Ferrari Orsi, sede della Brigata Bersaglieri Garibaldi, a Caserta per il per il primo Astra Day h24 organizzato dall'Asl. Sono attese cinquemila persone dai 18 anni in su, che si sono prenotate sulla piattaforma attivata dall'Asl di Caserta nella notte dell'8 maggio. Si potrà presentare solo chi è prenotato e all'orario indicato nella prenotazione. 

L'Astra Day è stato intanto allungato, e andrà avanti non più fino alle 6 di domani, come previsto inizialmente, ma proseguirà per altre otto ore e si chiuderà alle 16 del 12 maggio (per un totale di 34 ore), visto che la Regione ha fornito altre migliaia di dosi di Astrazeneca; ai cinquemila prenotati previsti fino alle 6 di domani, si aggiungeranno dunque altri 2000 cittadini, e alla fine, se si presenteranno tutti i prenotati, si arriverà a 7046 dosi Astrazeneca somministrate.

Anche oggi, come all'Astra Day di Marcianise della scorsa settimana, sono gli under30 a fare la parte del leone. Tra i prenotati, l'età media è di 29 anni. Nessun disagio né dentro né fuori la caserma, i giovani raccontano di «un'organizzazione perfetta».

«Oggi - dice il generale Massimiliano Quarto, Comandante della Brigata Bersaglieri Garibaldi, che gestisce dal punto di vista logistico e organizzativo l'hub vaccinale dell'Asl - stiamo assistendo ad una risposta importante da parte della cittadinanza, frutto di un'ottima sinergia tra l'Asl di Caserta e la Brigata Garibaldi. Una risposta forte e decisa c'è stata soprattutto da parte dei giovani, segno tangibile della volontà di ripartire e rinascere in tempi brevi, ed uscire da questa pandemia. Siamo in grado di vaccinare 9000 persone in meno di 48 ore» conclude Quarto, facendo riferimento al fatto che oltre ai 7.000 vaccinati nell'ambito dell'Astra Day, domani l'hub tornerà a vaccinare anche le consuete 2.500 persone prenotatesi sulla varie piattaforme regionali nelle scorse settimane.