NAPOLI. In occasione della Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne, il Festival della Scienza Futuro Remoto si unisce alla lotta contro la violenza di genere. A sostegno di questa giusta causa si è svolto oggi un “flashmob” alle ore 11:30 in sala Newton con il pubblico e tutti i ricercatori presenti.  Questo evento simbolico ha voluto sensibilizzare la società e promuovere un messaggio di solidarietà e impegno contro la violenza sulle donne.

Così ha dichiarato il Presidente di Città della Scienza, Riccardo Villari: «Siamo orgogliosi di sostenere questa come tutte le iniziative per dire no alla violenza di genere e per promuovere un futuro in cui l’intelligenza sia al servizio dell’uguaglianza e del rispetto. È un segno tangibile del nostro impegno educativo per quanto riguarda la scienza ma soprattutto per i valori umani che dovrebbero permeare la società».

Futuro Remoto, giunto alla sua XXXVII edizione, è il primo Festival della Scienza italiano. Quest’anno, sotto il tema delle “Intelligenze”, la manifestazione sta esplorando le diverse forme di intelligenza e il loro impatto sulla società. La scienza, la conoscenza e la sensibilità sociale si fondono in un evento che coinvolge esperti, studenti e il grande pubblico.

Il villaggio della Scienza di Futuro Remoto in questi giorni ha ospitato migliaia di studenti e continuerà ad essere aperto al pubblico gratuitamente fino a domani, 26 novembre.