"Sulla Metro di Napoli c'è un problema nazionale su cui mi sto battendo da mesi: i collaudi, che non dipendono dal Comune ma da un'agenzia nazionale, sono sempre stati fatti di notte ma adesso c'è una vertenza sindacale per cui gli ispettori vogliono lavorare solo di giorno. Si tratta di un disagio che ritengo inaccettabile". Così il sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi, rispondendo alle domande dei giornalisti a margine della consegna dei locali previsti dal progetto per riportare il Gran Caffè Gambrinus alla sua dimensione originaria. "I collaudi - spiega l'inquilino di Palazzo San Giacomo - si devono fare per forza altrimenti si fermano i treni e non possiamo mettere in opera i nuovi che tutti aspettano. Io mi auguro che ci sia maggiore sensibilità a livello nazionale per risparmiare ai cittadini napoletani questi disagi e per tornare a fare i collaudi dei treni di notte".

A proposito della necessità dell'operatività dei cantieri notturni per evitare anche disagi alla viabilità cittadina sulle strade, Manfredi aggiunge: "Alcune tipologie di lavori si possono fare di notte, ma il problema è quando ci sono dei cantieri che hanno una durata che supera quella della notte: non è che si possono smontare la mattina. Come lo smontaggio delle impalcature di Galleria Vittoria, per motivi di sicurezza si deve fare di giorno. Noi avremo nei prossimi mesi tanti cantieri che si aprono a Napoli, i cittadini ci chiedono di ripavimentare le strade e noi abbiamo fatto uno sforzo economico e di progettazione che interesserà tante arterie importanti della città. Cercheremo di limitare al minimo quelli che sono i disagi però ci vuole anche la consapevolezza che per poter cambiare la nostra città, cosa che tutti i cittadini ci chiedono, purtroppo questi lavori si debbono fare".