Martedì 11 Dicembre 2018 - 4:30

“Lava del Vesuvio”, la pipa che rappresenta Napoli

NAPOLI. È stata presentata il 16 maggio durante il finissage della mostra "Storia di radica e fumo", in corso nella esclusiva cornice della storica tabaccheria “Sisimbro”, la pipa "Lava del Vesuvio". Rossa, in soli 5 esemplari in esclusiva per l'evento, è stata realizzata in radica di erica da Franco Coppo, patron di Castello pipe, che ne ha studiato la forma ispirandosi a Napoli e al suo più grande simbolo: il Vesuvio. La pipa reca anche una veretta chiara, simbolo esclusivo delle pipe Castello realizzate per gli eventi napoletani della storica tabaccheria Sisimbro, punto di riferimento del fumo lento in città.

17:25 16/05

di Redazione

Commenta

Il Distretto Leo 108Ya consegna una borsa di studio‏

Il giorno 18 maggio, alle ore 10, all'istituto Sannino Petriccione di Ponticelli, il Distretto Leo 108 Ya, presieduto da Luigi Delle Cave, consegnerà a uno studente meritevole e meno fortunato una prima borsa di studio del valore di 300 euro. La consegna avverrà nel corso di un dibattito organizzato dai giovani Lions sul tema "minori e legalità" e moderato da Ettore Nardi, consigliere dell'ordine degli ingegneri di Napoli e giornalista.  Al convegno, patrocinato da Unicef Campania e Comune di Napoli, parteciperanno il dirigente scolastico dell'istituto, Paolo Pisciotta, in rappresentanza del Comune di Napoli, l'assessore allo sport, Ciro Borriello e il consigliere Francesco Vernetti, i presidenti delle Municipalità Ponticelli e Scampia, Anna Cozzino e Angelo Pisani, la signora Antonella Leardi, madre del tifoso Ciro Esposito e il Presidente Emerito del Tribunale di Napoli, Carlo Alemi. Le conclusioni dell'incontro saranno affidate alla presidente del comitato Unicef Campania, Margherita Dini Ciacci e al presidente del Distretto Leo 108 Ya, Luigi Delle Cave.

14:53 16/05

di Redazione

Commenta

Parte il "Campania Express", progetto di promozione culturale itinerante dedicato al turismo in Campania

 

Presentato venerdì 15 maggio il progetto "Campania Express - viaggi tra Napoli e Sorrento", un innovativo sistema di promozione turistica e culturale itinerante con lo scopo di migliorare gli standard qualitativi della visita turistica in Campania, attraverso servizi dedicati di marketing territoriale, promosso e finanziato dalla Regione. La conferenza stampa si è tenuta a brodo del convoglio turistico alla presenza dell'Assessore regionale al Turismo e ai Beni Culturali Pasquale Sommese e l'Amministratore Unico dell'Ente Autonomo Volturno, Nello Polese. "Ecco un treno che va nella direzione giusta, - dichiara Sommese - nella direzione di un sistema turismo, ossia di una rete di servizi in grado di accogliere il turista e trasformare il viaggio e la permanenza in una piacevole emozione".

Il progetto si sviluppa in un arco temporale di cinque mesi dal 23 maggio al 15 ottobre. Prevede sei corse giornaliere, che si aggiungono al servizio ordinario dell' Ente Autonomo Volturno (Eav) di Napoli, tre di andata e tre di ritorno di cinquanta minuti l'una, con partenza da Napoli Porta Nolana e fermate intermedie di Napoli Garibaldi - Ercolano Scavi – Pompei Villa dei Misteri – Sorrento.

 

PROSPETTO ORARI

Campania Express orari

Il treno, è allestito con grafica Campania>Artecard ed è dotato di 144 posti, oltre ad altri 4 posti per diversamente abili. Ai turisti sarà consentito, a partire dal 16 maggio, di scegliere e prenotare in anticipo il posto a sedere attraverso le piattaforme web: www.campaniartecard/grandtour, www.eavsrl.it e il call center di Campania>Artecard, numero verde 800 600 601, per cellulari o dall'estero + 39 0639967650

Al binario di partenza e a bordo sarà garantito dalla Scabec un servizio di accoglienza e promozione con personale specializzato nell’assistenza turistica, plurilingue, che potrà fornire tutti i dettagli sulle località turistiche che interessano la linea Napoli/Sorrento, sul programma di eventi della proposta “Viaggio in Campania. Sulle orme del Grand Tour” e sugli altri principali appuntamenti in Campania.

Con "Campania Express" continua l'azione di Scabec finalizzata alla sostenibilità del turismo culturale, contribuendo al miglioramento dell'accessibilità al patrimonio della Campania con servizi qualitativamente elevati. A fine maggio, inoltre, sarà pubblicata sul sito www.scabec.ituna manifestazione di interesse aperta a tutti i produttori di eccellenze enogastronomiche campane e aziende che realizzano artigianato tipico, per degustazioni e promozioni a bordo del treno.

Il costo del biglietto è di 15,00 € acquistabile presso gli uffici URP informazioni dell'EAV di Piazza Garibaldi e Porta Nolana,  e gli infopoint Campania>Artecard presso la Stazione Centrale e l’aeroporto di Capodichino.

Per i possessori di Campania>Artecard il biglietto avrà il costo di  10,00 €. Il biglietto comprende andata e ritorno, con la possibilità di fermarsi in una stazione intermedia e riprendere un treno Campania Express successivo.

Offre un servizio di navetta bus per trasportare i turisti giunti a Sorrento nei diversi alberghi della zona.

Il treno di proprietà EAV è un  Metrostar dotato di climatizzazione automatica e un sistema di videosorveglianza integrato per garantire la sicurezza dei passeggeri, abbinato ad un sistema di citofoni di emergenza che permette di chiamare direttamente dal veicolo il Centro Operativo per la Sicurezza.

La struttura del treno è realizzata in lega leggera con l'utilizzo della tecnologia dei grandi estrusi, totalmente resistente alla corrosione. La Regione Campania per questo progetto di promozione turistica e territoriale ha investito 400.000,000 euro.

14:29 16/05

di Redazione

Commenta

Tony D'Alessio ritorna da solista dopo X Factor: ecco il primo singolo "Solo Sesso"‏

È senz'altro uno dei personaggi più amati di X Factor, vincitore morale dell'edizione del 2013 con il gruppo Ape Escape: il frontman Tony D’Alessio torna da solista sulla scena musicale con il singolo Solo Sesso, conservando il suo inconfondibile stile ironico e irriverente, che ha conquistato tantissimi fan. Dopo l’esclusiva su fanpage.it, il brano è online sui canali dell’artista.

Solo Sesso, che anticipa l’EP prodotto da Edoardo Lombardi, ha un linguaggio diretto e spudorato, che raggiunge il suo clou nel sorprendente finale del testo. "Volevo raccontare il gioco delle parti caratteristico dei rapporti uomo-donna,- spiega Tony - fatti di fraintendimenti e di incongruenze, partendo da quello che ne è spesso l’epilogo. Il più delle volte, dopo aver raggiunto il vero obiettivo, l'interesse finisce”. Un inno alla sincerità, è questo il messaggio di D'Alessio, che conclude "in fin dei conti basterebbe solo che uomini e donne ammettessero che il più delle volte tutto gira intorno al sesso”.

Il videoclip, diretto da Paolo Mantero con la produzione esecutiva di Ema srl si sviluppa in cinque scene, realizzate come dei tableau vivant, in cui, rimandando direttamente al testo, nulla è come sembra, e la prima impressione viene sistematicamente smentita.

Un ritorno attesissimo quello di Tony, come testimoniano le oltre 500 candidature, provenienti da tutta Italia, per partecipare ai casting del video. Nella clip, compaiono, tra gli altri, Tony D’Alessio; Paolo Sessa, cantante dei Malatja; Lorenzo Juracà, concorrente di X Factor 7; Luigi Fortunato, regista, coreografo e ballerino; l’attore e presentatore Mirko Cusinatti; i membri del gruppo Guernica – Enzo Scorzeto, Massimo Testa, Goffredo De Prisco, Diego Iannaccone – che lo accompagnano anche nell’Ep e nei live.

14:22 16/05

di Redazione

Commenta

Nabilah, inaugurazione in grande stile aspettando Craig David

Il Nabilah di via Spiaggia Romana, 15 diventa “Nabilah. Società sur la plage” e si rinnova negli spazi, negli arredi e nella filosofia, ben spiegata nella creatività di Eugenio Tibaldi,a  cui Luca e Antonello Iannuzzi hanno affidato il restyling. Apertura di stagione sabato 16 maggio (ore 21.00) con la rassegna musicale “La Plage du Swing” che porta sul palco Greta Panettieri 5et con “Non gioco più”, il suo ultimo album in cui rilegge i successi di Mina in chiave jazz, e che contiene un’inedita versione del brano "Brava" con Fabrizio Bosso. Il disco, distribuito da Albore Jazz, ha avuto grande successo in Giappone ed è protagonista di un tour che, oltre a New York e Barcellona, ha già toccato diverse città italiane, e proseguirà per i prossimi mesi. A seguire, selezione musicale a cura di The Brilliant (Felix D b2b Giacomo Lapati) 50’s & 60’s sound, rock'n'roll, swing, boogie and...ohlala! Sabato sarà anche possibile cenare nel nuovo ristorantino Nabilah in veranda, uno spazio dallo stile friendly. Altri ospiti della rassegna “La Plage du Swing”: Matteo Brancaleoni 4et (sabato 23 maggio), Elisabetta Serio Trio Feat. S. J. Morris (venerdì 29 maggio), Concato. Bosso. Mazzariello (domenica 7 giugno), Simona De Rosa 4et (sabato 13 giugno).

Informazioni evento: 3396931169 // Prenotazione cena: 3382327917 // Prenotazione tavoli: 3270161252.

Domenica, un’intera giornata dedicata a arte, cultura, teatro, musica, buon bere e buon cibo. A inaugurare gli appuntamenti del party al tramonto, domenica 17 maggio (ore 18.00), Tortured Soul Live, in arrivo da New York con il loro inconfondibile stile. Ma la giornata inizia molto prima e sarà davvero ricca di appuntamenti. Dalle 12.00 brunch con selezione musicale sarà a cura di Enzo Cipolletta, Massimo Jovine (99 Posse) e tanti altri dj che si alterneranno in consolle. Diretta dal Nabilah con la nostra radio ufficiale, Radio Yacht, attraverso Lunare di persona Special Edition con Roberto Barone e a seguire Lunare Project dj set con Lupo di mare feat Ka Ori. E tutto questo, aspettando i Tortured Soul. La nuova domenica Nabilah dedica spazio anche al teatro con interventi della compagnia del Nuovo Teatro Sanità, che con i suoi giovani attori proporrà agli ospiti incursioni spot e improvvise tra il pubblico. Al tramonto gli attori compariranno, distribuiti tra la folla e, ognuno sul suo pulpito, proporrà monologhi teatrali assolutamente inediti e rinnovati per ogni appuntamento. E, ancora, ogni domenica il Nabilah invita a scoprire il patrimonio storico e culturale dell'area flegrea, promuovendone un sito e riservando un drink gratuito agli ospiti che mostreranno il biglietto di ingresso ai musei. È possibile organizzare gruppi con guida turistica. Informazioni: 3396931169. Prenotazione Tavoli: 3270161252.

In un cartellone ancora tutto in costruzione, esistono già eventi da non perdere.

“Guys ’n’ Dolls on the beach” (domenica 24 maggio). Uno sguardo retrò.

Come eravamo tra costumi interi, bikini, borse di paglia e balli al tramonto! Un format dedicato alla migliore musica, alla moda e allo stile in voga tra gli anni ’20 e ’50. In consolle Frank

Diana & Madame Jasmine Apolant; Ines & Felix + Danny Sexhanta. Sul palco Simona Boo & Swing Three Live; The Strike Live. Una produzione Easychic e Drop in collaborazione con Village BLUES & SWINGIN' NAPOLI.

“Repubblica del mare. Festa sulla Spiaggia” (martedì 2 giugno) con Andrea Oliva (Ants-Ushuaia).

Domenica 14 giugno, per il party al tramonto (ore 18.00) arriva Cerrone, da Parigi, con le sue hits “Love in C Minor” e “Supernature”, proponendo agli ospiti del Nabilah una performance particolare che rompe gli schemi comuni del clubbing, in cui si incrociano le sue primissime produzioni, fatte di sonorità all'avanguardia, citazioni erotiche e piccanti copertine e le produzioni post Stati Uniti. 

La chiusura del mese di giugno è affidata a sir Craig David. Domenica 28 giugno, il guru della scena black britannica, fenomeno dell'R&B arriva al Nabilah per il party al tramonto. Con ben 13 milioni di dischi venduti e il tutto esaurito ai suoi concerti, Craig David proporrà un live set, selezionando le basi per un dj set molto particolare. Una performance con brani tratti dall'ultimo album “Following My Intuition” e non solo.

14:14 16/05

di Redazione

Commenta

La Fondazione Pascale di Napoli per la Settimana Mondiale della Tiroide

Dal 18 al 25 maggio si celebra la Settimana Mondiale della Tiroide. L'importante evento è nato per sensibilizzare l'opinione pubblica ed il mondo scientifico nei confronti delle malattie della tiroide, un problema oramai sempre più presente nel nostro quotidiano. Scopo della manifestazione è anche evidenziare l'importanza dell'azione preventiva e della iodoprofilassi, che consentono di identificare tempestivamente la problematica e nella stragrande maggioranza dei casi, di tenerlo sotto controllo in modo che non diventi inficiante per la vita del paziente.

LE INIZIATIVE A NAPOLI - L'Istituto Nazionale Tumori - Fondazione G.Pascale di Napoli sarà come sempre in prima linea durante la Settimana Mondiale della Tiroide con una serie di importanti iniziative ed eventi. Sarà prevista infatti l'apertura di due ambulatori dove si potranno effettuare visite di controllo completamente gratuite il 18 maggio (dalle ore 11.30 alle 13.30 presso l'edificio Day Hospital). Chi invece desidera saperne di più potrà prendere parte il 18 maggio alle 9.30, sempre presso la Fondazione Pascale, al convegno “Tiroide: Dai Sapore alla Vita”, incentrato sui vari aspetti dei problemi alla tiroide; interverranno il presidente Maria Guida che presenterà i progetti dell'associazione, poi il dott. Luciano Pezzullo e la dott.ssa Chiofalo che parleranno dell'aspetto medico-sanitario e proporranno un decalogo di azioni preventive della patologia tiroidea, tra cui anche una corretta alimentazione, con i consigli della dott.ssa Chiacchio. A concludere, l'intervento della dott.ssa Petrone che parlerà de “Il potere anticancro delle emozioni”, ovvero dell'importanza di conferire sostegno psicologico al paziente. Il convegno terminerà con visite e consulenze gratuite da parte dell'equipe medica.

Per ulteriori informazioni:

http://associazioneamati.it/

14:09 16/05

di Redazione

Commenta

Tanti vip per la giornata cittadina della donazione del sangue

Nel 2012 il Sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, istituzionalizzò una iniziativa promossa dai giovani soci del club Lions Lamont Young ed organizzata da Gianna Mazzarella e Francesca Scognamiglio, dando vita alla GIORNATA CITTADINA DELLA DONAZIONE DEL SANGUE.

E così anche quest’anno, torna  a  Napoli   "O' sang e' chi t'è vip" una manifestazione solidale per la raccolta di sangue promossa dal Club Lions Lamont Young,  guidato da Michele Caruso, che coinvolgerà personaggi noti dello spettacolo. L’intento è sensibilizzare le persone a donare il sangue e diffondere nell’opinione pubblica l’idea che donare sangue è un gesto concreto di altruismo. Ad ogni donazione inoltre, da sempre corrisponde da parte dei medici dell’Avis, un’analisi gratuita del sangue del donatore che consente un controllo costante del proprio stato di salute. Donando il sangue ogni donatore riceverà gratuitamente a casa i risultati del prelievo con i valori di: glicemia, colesterolo, hiv e le informazioni relative al gruppo sanguigno di appartenenza.  

Interverranno alla IVedizione di ‘O Sang ‘e chi t’è Vip: il beniamino di Un Posto al Sole Patrizio Rispo ; l’attrice Rosaria De Cicco; il monologhista di Made in Sud Ciro Giustiniani;  l’attrice Maria Bolignano; il top model Nicola Coletta; il toy boy di Made in Sud  Gianni Marino ; la voce del Napoli Daniele Decibel Bellinilo speaker Raoul; la cantante e attrice Anna Capasso, l’attore comico Massimo Carrino, il cantattore Antonio Colantuono ; l’imitatore Enzo Costanza; Ivan Boragine di Gomorra e tanti altri…. Nel corso degli anni tantissimi artisti hanno sostenuto la manifestazione: Gino Rivieccio, Gigi&Ross, Susanna Messaggio, Lino D’Angiò ,Marcello Colasurdo, Patrizio Oliva, Diego Ciaramella,  Simone Schettino e tantissimi altri…

Da sempre l’Avis si occupa sul territorio nazionale della raccolta di sangue da distribuire agli ospedali,  copre e soddisfa l’80% del fabbisogno nazionale di sangue e attualmente conta 1 milione e 200 mila donatori.  In Italia occorrono, per aiutare chi soffre, 8.000 unità di sangue al giorno. Il sangue non è riproducibile in laboratorio, dunque donare sangue è un gesto di solidarietà che si traduce nell’aiutare con i fatti chi è in difficoltà, e prendersene cura con un piccolo gesto. Fonda la sua attività sul volontariato quale elemento centrale e strumento insostituibile di solidarietà umana. Gli scopi dell'associazione sono: venire incontro alla crescente domanda di sangue, avere donatori pronti e controllati nella tipologia del sangue e nello stato di salute, lottare per eliminare la compravendita del sangue, donare gratuitamente sangue a tutti, senza alcuna discriminazione.

Con “O’ sang e’ chi t’è vip” si incontrano dunque solidarietà e spettacolo grazie all’impegno di tanti giovani al servizio della comunità civile e di tanti artisti.  L’evento è patrocinato dal Comune di Napoli e dall’Assessorato ai Giovani, Innovazione e Creatività guidato dall’Assessore Alessandra Clemente.

12:50 16/05

di Redazione

Commenta

"The Voice", c'è ancora Napoli tra le 8 voci della semifinale

Fabio Curto, Sarah Jane Olog, Thomas Cheval, Keeniatta, Carola Campagna, Sara Vita Felline, Roberta Carrese, Ira Green, sono le 8 Voci che passano alla semifinale di “The Voice of Italy”, condotta da Federico Russo in onda martedì 19 maggio  in prima serata su Rai2.

Il pubblico da casa tramite il televoto ha stabilito le 4 Voci migliori di ogni team mentre i coach Roby e Francesco Facchinetti, J-Ax, Noemi e Pelù hanno dovuto scegliere con non poche difficoltà quale dei due talenti rimasti mandare in semifinale.

Hanno lasciato il programma:  Chiara Dello Iacovo (nata a Savigliano Cuneo,  vive ad Asti), Andrea Orchi (Roma), Maurizio Di Cesare (Cagliari), Marco De Vincentiis (nato a Napoli, vive a Roma).

Ciascun team ha aperto le performance con un’esibizione corale. Il Team di J-AX si è cimentato in un opening dedicato ai No Doubt con i brani “Don’t speak” e “It’s my life”, il Team Noemi ha aperto le danze nel nome dei Beatles con “Help” e “Let it be”, omaggio ai Phoo per il Team Facchinetti con “Pensiero” e “Non siamo in pericolo”, il punk dei Clash è stato invece l’inno del Team Pelù con “Rock the Casbah” e “Should I stay or Should I go”.

Ospiti del terzo live l’attore americano Robert John Davi, che si è esibito in un medley dedicato al leggendario Frank Sinatra insieme a J- Ax e a quattro talenti, uno per team .

 

I team passati in semifinale:
TEAM FACH: Fabio Curto (nato ad Acri, Cosenza, vive a Bologna) con “Incomplete” dei Backstreet Boys e Sarah Jane Olog (nata a Rimini vive a Roma) con “Roar” di Katy Perry.

TEAM NOEMI: Thomas Cheval (Ferrara) con “Il regalo mio più grande” di Tiziano Ferro e Keeniatta (Desirie Beverly Baird nata in Sudafrica a Germiston, vive a Ischia, Napoli) con “Love on top” di Beyoncè.

TEAM JAX: Carola Campagna (Triuggio, Monza Brianza) con “Beautiful” di Christina Aguilera e Sara Vita Felline (Matino, Lecce)con “Gianna” di Rino Gaetano. 

TEAM PELÙ: Roberta Carrese (Venafro, Isernia) con “Angie” dei Rolling Stones,  Ira Green (Arianna Carpentieri di Villaricca, Napoli) con “Vita spericolata” di Vasco Rossi.

La V-Reporter Valentina Correani,  ha condotto dalla Web Room la diretta streaming sul sitowww.thevoiceofitaly.rai.it  prima dello show insieme ai talenti e  ai coach, ha interagito con lo studio durante il Live, dando voce agli utenti dei social, ed è tornata  in streaming nel post serata con i commenti a caldo dei protagonisti. “The Voice of Italy” è attivo su Facebook: thevoiceufficiale, Twitter: @THEVOICE_ITALY con gli hashtag  #tvoi e per le squadre #teamnoemi #teampelù #teamjax #teamfach, Instagram: thevoice_italy e Vine: @thevoice_ita. Con l’App ufficiale di “The Voice of Italy” (disponibile per Android e iOs) si può diventare un Coach, costruire il proprio Team e sfidare altri Team. Sarà come essere seduti sulla poltrona rossa.

12:43 16/05

di Redazione

Commenta

Esposizione Fad e Arte di Partenope nella chiesa di San Biagio Maggiore‏

Da Lunedi 18 Maggio a Sabato 30 Maggio il Team Fad-Factory, Arte & Design e gli artigiani dell’Arte di Partenope  esporranno  le proprie creazioni nella seicentesca cornice della chiesa di S. Biagio Maggiore a San Gregorio Armeno.

Il mese di Maggio a Napoli è un mese particolare  perché  è dedito  alla valorizzazione  del patrimonio storico-artistico della città. In occasione sono previste una serie infinita di iniziative partendo dalle visite guidate ai concerti , passando per le mostre dell’artigianato e della creatività all’interno dei luoghi che hanno una determinata importanza storico-artistica.

Gli espositori hanno scelto  di esporre all’interno della piccola e affascinante chiesa di San Biagio Maggiore che si trova all’incrocio delle famose vie San Biagio dei Librai e  San Gregorio Armeno.

La chiesa è dedicata a San Biagio, oggetto di un'accesa devozione popolare che si divulgò soprattutto grazie alle monache armene che, arrivate a Napoli durante la lotta iconoclastica verso le immagini, recarono con sé le reliquie del santo. E’ contigua a quella di San Gennaro all'Olmo; è stata fondata nel 1631 dal cardinale Francesco Boncompagni, che volle innalzarla unendo l'antica cappella di San Biagio e la sagrestia di San Gennaro. La strada, che prende nome dalla chiesa, era occupata soprattutto da librai, che si interessarono alla custodia e cura dell'edificio religioso.

Lungo le due settimane si alterneranno diversi espositori:

1° settimana: Bella bri, Tentakoli, Jiji Lovemade, Adalì Creations (bijoux vetro dipinto), Silvio Siano (presepi in miniatura), Janame (mosaici ceramici), Nemesi (Terracotta dipinta a mano), Mano (quadri in plexiglass), Melina(riciclo creativo).


2° settimana: Bella bri, Cypa Creazioni(Monili artigianali ), Studio9 (ceramica artistica), Grazia Casillo(Chiacchierino e altro), Creazioni artigianali di Teresa Mazzella, Silvio Siano (presepi in miniatura), Janame (mosaici ceramici), Nemesi (Terracotta dipinta a mano), Cikaowl (cornicelli e civette), Alessandro Bogno (creazioni in legno).

12:18 16/05

di Redazione

Commenta

Aniello Camarca, un ingegnere napoletano di successo all'Expo

Strillano fino a perdere la voce, recriminano ciò che ancora dev’essere, descrivono un Paese che sta crollando. Eppure, non esiste solo l’Italia della disoccupazione, della corruzione, della decadenza morale e sociale. E’, infatti, ancora profondamente viva una Italia di nicchia, in cui si riesce tuttora a percepire lo splendore di una popolazione che non demorde, il respiro ansimante, ma mai stanco, che arriva dal Sud. Aniello Camarca, appena trentenne, originario di Arzano, in provincia di Napoli, ne è l’esempio lampante.
Laureatosi in Ingegneria Edile-Architettura nel 2011 all’Università di Napoli “Federico II”, è oggi annoverato tra i più brillanti e geniali, giovani ingegneri presenti sulla scena nazionale, europea e internazionale.
«Per avere successo bisogna semplicemente produrre opere di qualità e farlo con sconfinata passione», ha fermamente dichiarato. Facile per un ragazzo che a soli trent’anni, trascina con sé un curriculum sbalorditivo. Dapprima ingegnere presso la “Favero&Milan Ingegneria”, a Napoli e poi a Venezia, società leader a livello europeo nel campo dell’ingegneria civile, poi, collaborazioni dirette con professionisti di fama internazionale, tra cui l’Architetto Renzo Piano, fino ad arrivare all’esperienza di Milano Expo 2015 e al Padiglione dell’Azerbaijan, ribattezzato dagli addetti ai lavori “the jewel”, il gioiello, il più apprezzato dai critici e il più amato dai visitatori. Il disegno dell’opera è infatti totalmente made in Italy e ha un’anima napoletana. A realizzarlo è stato il team “Simmetrico Network”, “Arassociati” e “AG&P”, in simbiosi con l’ingegneria partenopea di “iDeas”, con lo strutturista e direttore dei lavori, Aldo Giordano, e l’arzanese Aniello Camarca, progettista degli impianti meccanici del padiglione, nonché l’ingegnere più giovane ad aver collaborato ad un’opera dalla profonda innovazione. Il progetto, infatti, è una sintesi di ingegneria moderna, di sostenibilità e qualità architettonica.
E dopo il successo precoce, ottenuto col suo Padiglione a Milano Expo, Aniello Camarca è già a lavoro con la sua società, “ia2”, che si occupa di architettura, ingegneria e ambiente, fondata a Napoli nel Gennaio 2015 insieme ai colleghi ingegneri, Chiara Barbieri e Aniello Greco.
«La nostra società, ia2, è sostanzialmente un arrivo e un inizio, – prosegue Camarca – io mi sono lanciato nel campo dell’ingegneria, proprio come un bambino che viene lanciato in mare per imparare a nuotare. Ecco, ho avuto la fortuna di poter imparare a nuotare, grazie alla guida di professionisti d’infinita esperienza, ma ia2 è un meraviglioso inizio, perché ho finalmente la possibilità di poter scardinare logiche prive di attualità e acquisire maggiori responsabilità».
Ed è forse vero che il talento paga. Le capacità di Camarca e il suo inaspettato amore per l’universo dell’ingegneria nascono presto, molto presto. «I miei genitori conservano ancora delle mie “opere” giovanili. Adoravo le costruzioni, i lego, i meccano. Ero solo un bambino, ma detestavo i giocattoli preconfezionati, così prendevo pezzi da altri oggetti e creavo strutture con organi in movimento. Di recente, infatti, ho ritrovato un edificio che creai all’età di sei anni, con tanto di ascensore mobile».
E non smentisce neanche il luogo comune che vuole un Nord più organizzato, ma un Sud dall’animo creativo, «Può sembrare un concetto letto e riletto, ma negli studi del Nord Italia c’è tanta organizzazione, tesa ad ottimizzare i tempi e i costi nella progettazione di un’opera, ma al Sud c’è un estro sconfinato, e molta qualità e competenza».
E se l’Ingegneria contemporanea, così come ogni altro campo professionale, soffre oggi di una profonda ed indicibile crisi socio-economica, c’è ancora chi decide di comprendere la natura del proprio territorio, rivestire un ruolo sociale e non andare via. Aniello Camarca ha scelto di restare in Italia e di ancorarsi al suo territorio d’origine, «Se avessi deciso di andare all’estero, credo che poi sarei tornato qui. L’Italia e Napoli resteranno sempre ambienti di profonda crescita, formazione e sviluppo professionale. E poi, sogno di progettare alloggi di tipo sociale, sostenibili e innovativi, e di riqualificare le aree periferiche d’Italia, che possiedono immense potenzialità. Le mie radici sono fin troppo legate alla loro terra madre. Napoli non mi ha mai perso».
Non è solo una fuga di cervelli.

12:01 16/05

di Benedetta Ferrara

Commenta

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)