Accessibilità:
-A A +A
Print Friendly, PDF & Email
Corruzione internazionale, indagato l'ex senatore De Gregorio

Nel mirino un affare immobiliare in Kurdistan


di  

CONDIVIDI:

Gio 02 Aprile 2015 18:06


ROMA. L'ex senatore del Pdl Sergio De Gregorio è indagato dalla Procura di Milano non solo per bancarotta ma anche per corruzione internazionale per un affare immobiliare in Kurdistan poi non andato a buon fine. La vicenda che riguarda presunte mazzette per la costruzione di un casinò e su cui sono sono in corso accertamenti, è emersa dalle intercettazioni dell'inchiesta che ha portato in carcere l'imprenditore Giuliano Gavinelli anche lui accusato di corruzione internazionale come un funzionario governativo del Kurdistan.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Infrastrutture, Delrio ministro

Il giuramento stasera al Quirinale


di  

CONDIVIDI:

Gio 02 Aprile 2015 14:03


ROMA. Graziano Delrio, a quanto si apprende, dovrebbe essere questa sera alle 20 al Quirinale per prestare giuramento da ministro delle Infrastrutture e Trasporti davanti al Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Delrio, avvicinato dai cronisti al termine della presentazione all'Istituto per il credito sportivo di 'Mille cantieri per lo sport', si era limitato a dire: «Ministro delle Infrastrutture e dei trasporti? Decide il presidente. Grazie a Dio ci sono due presidenti che decidono, quello del consiglio e quello della Repubblica.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Falso in bilancio, pene fino a 5 anni

Per le società non quotate


di  

CONDIVIDI:

Mer 01 Aprile 2015 12:28


ROMA. Prosegue a ritmo serrato la marcia del ddl anticorruzione all'esame del Senato, il cui voto finale è atteso per questa sera. L'Aula di palazzo Madama ha già approvato, a scrutinio segreto, l'art.8 che fissa per il reato di falso in bilancio per le società non quotate, con pene da uno a cinque anni. I sì sono stati 124, i no 74 e 43 gli astenuti.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Infrastrutture, Delrio in pole position

Scelta entro venerdì. Quagliariello verso gli Affari Regionali


di  

CONDIVIDI:

Mer 01 Aprile 2015 12:08


ROMA. Renzi accelera sulla nomina del nuovo ministro dei Trasporti, dopo l'interim assunto in seguito alle dimissioni di Maurizio Lupi. La scelta sarà fatta al massimo entro venerdì e, salvo sorprese dell’ultim’ora, è l’attuale sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Graziano Delrio, l'uomo in "pole position" per quel dicastero, anche se il suo "trasloco" al ministero di Porta Pia aprirebbe la questione della sua sostituzione a palazzo Chigi.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Bondi e Repetti lasciano Forza Italia

 Le loro dimissioni erano state annunciate anche ai primi di marzo


di  

CONDIVIDI:

Mar 31 Marzo 2015 22:55


ROMA. Scoppia il caso Repetti-Bondi dentro Forza Italia. E Silvio Berlusconi perde un pezzo di storia del suo partito. L’ex ministro e la sua compagna, entrambi senatori, hanno detto ufficialmente addio al partito, aderendo al gruppo misto di Palazzo Madama. Le loro dimissioni erano state annunciate anche ai primi di marzo, ma solo l’intervento dell’ex Cav con un incontro chiarificatore ad Arcore aveva scongiurato lo strappo.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Renzi blinda l'Italicum,minoranza Pd promette battaglia

Direzione nazionale del Pd sulla legge elettorale,

il premier: è l'ultima volta. Votata all'unanimità

Gli avversari interni del premier avvisano:

in Parlamento saranno scintille


di  

CONDIVIDI:

Lun 30 Marzo 2015 21:08


ROMA. «Ci metto il carico: la legge elettorale è uno strumento decisivo per l'azione del governo e per la legislatura». Matteo Renzi l'aveva chiarito subito che quella di oggi sarebbe stata "l'ultima Direzione" del Pd sull'Italicum. «A maggio dobbiamo mettere la parola fine» sulla nuova legge elettorale, era stata l'indicazione del leader dem. Ed è andata così, con la Direzione che ha votato all'unanimità (120 sì) la relazione del segretario. Ma la minoranza interna, dopo una raffica di interventi di fuoco, ha deciso di non partecipare al voto.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Mattarella: «Terra dei Fuochi, l'emblema del degrado»

«L'Italia è quasi fuori dalla crisi, certi indicatori ci portano a credere che si inizia a vedere l'uscita dal tunnel»


di  

CONDIVIDI:

Sab 28 Marzo 2015 21:08


ROMA. «Quanto accaduto in Campania, nella cosiddetta Terra dei Fuochi è «l'emblema del degrado, la rappresentazione di una drammatica situazione di uno sfruttamento cinico e senza futuro». Lo ha detto il Capo dello Stato Sergio Mattarella.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Grillo choc: Renzi schianterà l'Italia

Il comico maldestramente si rifà alla tragedia con i 150 morti


di  

CONDIVIDI:

Ven 27 Marzo 2015 16:55


ROMA. Post choc di Beppe Grillo, che prende in prestito la tragedia del volo Germanwings per attaccare il premier Matteo Renzi. "Ci sono inquietanti analogie tra Andrea Lubitz, il copilota dell'Airbus A320 della Germanwings che si è schiantato sulle Alpi francesi, e Matteo Renzie che sta schiantando l'Italia. Si tratta in entrambi casi di uomini soli al comando", scrive il leader M5S che accompagna il suo messaggio con un fotomotaggio: Renzi nei panni di Lubitz alla guida di un boing Germanwings.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Popolari, sì al decreto con la fiducia

Ok del Senato, il provvedimento che cambia le banche è legge


di  

CONDIVIDI:

Mar 24 Marzo 2015 21:02


ROMA. Grazie ad un nuovo voto di fiducia il decreto che riforma le banche Popolari è legge. L'ultimo via libera, quello definitivo, lo ha dato il Senato, che con 155 voti a favore e 92 no ha votato la fiducia che il Governo aveva messo stamattina sul provvedimento. Il decreto rivoluziona il sistema delle Popolari, portando le maggiori di esse verso la trasformazione in società per azioni. Resta la soglia degli 8 miliardi, per l'obbligo di trasformare in spa le vecchie Bp.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Pirati della strada, si rischia fino a 12 anni

Introdotto il reato di omicidio stradale


di  

CONDIVIDI:

Mar 24 Marzo 2015 16:48


ROMA. È in commissione Senato e introduce reato omicidio stradale, «Chiunque ponendosi alla guida di un autoveicolo o di un motoveicolo o di altro mezzo meccanico in stato di ebbrezza alcoolica o di alterazione psico-fisica conseguente all'assunzione di sostanze stupefacenti o psicotrope cagiona per colpa la morte di una persona, è punito con la reclusione da 8 a 12 anni». È quanto prevede il testo unificato che introduce il reato di omicidio stradale presentato oggi in commissione Giustizia di Palazzo Madama dal senatore del Pd Giuseppe Cucca.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati

Pagine