Accessibilità:
-A A +A
Print Friendly, PDF & Email
Ex Cirio, il Riesame annulla gli arresti

Accolte le istanze di Adolfo Greco, Antonio Elefante e Maurizio Biondi


di  Redazione

CONDIVIDI:

Mer 03 Giugno 2020 22:43


CASTELLAMMARE DI STABIA. L’inchiesta “Olimpo” non ha del tutto convinto il tribunale del Riesame di Napoli, ottava sezione, che ha annullato le ordinanze di custodia cautelare nei confronti di Adolfo Greco (nela foto il giorno dell’arresto), l’ingegnere Antonio Elefante e il commissario straordinario pro tempore del Comune di Castellammare di Stabia, Maurizio Biondi. Rigettata la misura dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria per la moglie di Greco, Angelina Annita Rega.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Accoltella un 19enne, minorenne arrestato

Il 15enne l'ha ferito all'orecchio durante una lite a Grumo Nevano


di  Redazione

CONDIVIDI:

Mer 03 Giugno 2020 16:22


Prima si sono offesi via social, poi in una chat di gruppo e, appena si sono incontrati, due ragazzi del Napoletano hanno deciso di scatenare una rissa. I carabinieri della stazione di Grumo Nevano, nel Napoletano, hanno arrestato un quindicenne incensurato per tentato omicidio e porto ingiustificato di oggetti atti a offendere. Il minorenne ha colpito un 19enne con un coltello, ferendolo alla base dell'orecchio destro. La discussione, nata per banali motivi, e' finita nel sangue quando i due hanno deciso di incontrarsi in corso Garibaldi per chiarire.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Roccarainola, deteneva specie protette di volatili: denunciato 70enne

Gli uccelli catturati con trappole artigianali


di  Redazione

CONDIVIDI:

Mer 03 Giugno 2020 10:58


ROCCARAINOLA. I carabinieri forestale di Marigliano hanno denunciato un 70enne incensurato di Roccarainola che deteneva nel suo fondo agricolo svariati volatili appartenenti a specie protette: cardellini, lucherini, verzellini e ghiandaia, tutti rinchiusi in piccole gabbie fissate agli alberi. Per catturarli aveva costruito una trappola costituita da una rete che, manovrata a distanza, imprigionava i volatili. Gli uccelli sono stati liberati, anche con la collaborazione dei volontari della Lipu.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Castellammare e Monti Lattari, colpo ai clan D'Alessandro e Afeltra-Di Martino: 26 misure cautelari


di  Redazione

CONDIVIDI:

Mer 03 Giugno 2020 10:11


CASTELLAMMARE DI STABIA. I carabinieri del Nucleo Investigativo di Torre Annunziata hanno eseguito un’ordinanza di applicazione della misura cautelare della custodia in carcere, degli arresti domiciliari e dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria, emessa su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli, dall’ufficio gip. del Tribunale di Napoli.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Nola, sequestrata una stamperia abusiva


di  Redazione

CONDIVIDI:

Mer 03 Giugno 2020 09:42


NOLA. Il comando provinciale della Guardia di Finanza di Napoli ha sequestrato a Nola una stamperia abusiva sconosciuta al Fisco destinata alla produzione e al confezionamento di capi di abbigliamento contraffatti e di materiale pubblicitario. I finanzieri della Compagnia di Ottaviano hanno individuato un locale di circa 150 metri quadrati, al piano terra di un palazzo, all'interno del quale era stata allestita una vera e propria "fabbrica del falso".



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Torre del Greco passata al setaccio, 4 denunciati e raffica di denunce


di  Redazione

CONDIVIDI:

Mar 02 Giugno 2020 13:27


TORRE DEL GRECO. I carabinieri setacciano le strade cittadine: 4 le persone denunciate, diverse le contravvenzioni. Continuano i controlli a tappeto nelle strade di Torre del Greco disposte dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Napoli. Nella circostanza 4 le persone denunciate all’Autorità Giudiziaria e diverse le contestazioni amministrative elevate.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Caivano, arrestata "vedetta" della droga

Il 20enne “indirizzava” i clienti verso un portone in metallo


di  Redazione

CONDIVIDI:

Mar 02 Giugno 2020 11:46


CAIVANO. I carabinieri della tenenza di Caivano hanno arrestato un'altra sentinella del parco verde. I militari hanno osservato P. N., 20enne già noto alle forze dell’ordine, mentre “indirizzava” i clienti verso un portone in metallo dove era stata creata una feritoia. Come fosse un distributore automatico, gli acquirenti introducevano le banconote ed attendevano la dose. Quando i militari hanno deciso di far scattare il blitz, lo spacciatore è fuggito ma i carabinieri hanno fermato la vedetta, che aveva dato l'avviso, urlando al loro arrivo.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Aggredisce in strada una ragazza con un coltello, fermato dalla polizia


di  Redazione

CONDIVIDI:

Lun 01 Giugno 2020 19:34


NOLA. Stanotte la centrale operativa del Commissariato di Nola ha ricevuto una segnalazione per la presenza in piazza D'Armi a Nola di una persona che stava importunando due ragazze.

I poliziotti, giunti sul posto, sono stati avvicinati da un passante che ha indicato un uomo che, in quel momento, stava strattonando una delle due donne minacciandola con un coltello di grosse dimensioni nel tentativo di avvicinarla a sé.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
«Sulla violenza tra i giovani nei Comuni dei Monti Lattari i politici si riempiono solo la bocca»

Gragnano. L’accusa di un operatore del “Gruppo Abele e Libera”. Pasquale Somma: «Solo la Chiesa scende in campo»


di  roben

CONDIVIDI:

Lun 01 Giugno 2020 19:18


GRAGNANO. L'accoltellamento di Nicholas Di Martino, nipote di un boss dei Monti Lattari, rimasto coinvolto in una rissa tra coetanei, scuote le coscienze. Scende in campo per esprimere il proprio parere anche un ex sacerdote che continua a vivere e a lavorare per la Chiesa da operatore laico del “Gruppo Abele e Libera” di don Ciotti. Pasquale Somma è di Pimonte, paese a un tiro di schioppo da Gragnano, e teatro di analoghe “faide” tra rampolli di famiglie malavitose.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Mare limpido e tornano le paranze e i pescatori


di  roben

CONDIVIDI:

Lun 01 Giugno 2020 19:04


CASTELLAMMARE DI STABIA. Il pesce non è tanto. Gennaro, lo zio e il cugino si sono svegliati all’alba per gettare la rete al largo di Capo la Gala. «Abbiamo tirato una quindicina di chili di pescato» e delle meravigliose mazzancolle che hanno riempito le cucine dei ristoranti locali. Ieri mattina erano loro la più grande attrazione del lungomare stabiese, particolarmente vitale dopo l’isolamento da Covid-19. Giovani, socievoli e operosi, i pescatori estraevano pesci grandi e piccoli, conchiglie e una stella marina dalle reti che sistemavano nei fusti all’aria.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati

Pagine