Martedì 18 Dicembre 2018 - 19:27

Uccise moglie e cognata, morta anche la suocera del finanziere suicida

CASERTA. Non ce l'ha fatta Assunta Laurenza, la donna ferita con due colpi di pistola il 15 novembre scorso nella cartolibreria di famiglia di Vairano Patenora, nel Casertano, dal genero, il finanziere Marcello De Prata, che nel corso dell'azione uccise la moglie Antonella e la cognata Rosanna, figlie della Laurenza, per poi togliersi la vita. Il finanziere sparò anche a Mario Laurenza, marito di Assunta e padre delle due sorelle, che è morto il 23 novembre scorso. De Prata, è emerso dalle indagini effettuate dopo il fatto, non accettava la fine della relazione con la moglie Antonella.

Picchiata in un bar perché polacca, tre arresti

CASERTA. Tre persone, due uomini e una donna, sono stati arrestati dai Carabinieri per un brutale pestaggio avvenuto all'interno di un bar a Teano, nel Casertano, ai danni di una giovane donna di nazionalità polacca. Nei loro confronti il gip del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere ha ritenuto configurabile l'aggravante della xenofobia, e in particolare dell'odio nazionale. I tre, un 56enne, un 37enne e una 35enne, sono stati posti agli arresti domiciliari dai Carabinieri della stazione di Pignataro Maggiore, in esecuzione di un'ordinanza di misura cautelare emessa dal gip del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere su richiesta della Procura sammaritana. L'episodio è stato ripreso in buona parte dalle telecamere del circuito di videosorveglianza installato all'interno del locale, particolare che ha facilitato la ricostruzione dell'episodio avvenuto lo scorso novembre. La Procura di Santa Maria Capua Vetere ha chiesto e ottenuto dal gip l'aggravante della xenofobia «avendo gli indagati aggredito la persona offesa proprio in ragione della sua nazionalità, secondo quanto riferito dalla denunciante e confermato dai soggetti escussi presenti ai fatti». 

In auto con dipinti e preziosi rubati, arrestati due albanesi

CASERTA. I Carabinieri di Casoria hanno arrestato ad Orta di Atella (Caserta) due albanesi già noti alle forze dell'ordine, A.D. di 40 anni, domiciliato a Orta di Atella, e M.M., 27 anni domiciliato a Pastorano, trovati in possesso di 5 dipinti su tela del valore di circa 3mila euro risultati trafugati da un appartamento a Isernia la notte del 4 dicembre. I due, a bordo di un'auto, hanno tentato di non fermarsi all'alt dei Carabinieri speronando i militari, ma sono stati inseguiti e fermati. Perquisendoli, i militari hanno trovato in loro possesso gioielli provento di un furto in abitazione perpetrato il 7 dicembre in provincia di Isernia. Nelle loro abitazioni, invece, i Carabinieri hanno trovato il resto, sequestrando i 5 dipinti appartenenti alla "Scuola napoletana" che rappresentano una deposizione, fanciulle, putti, musicisti e scene di guerra. Sono stati trovati nella disponibilità degli arrestati anche 7 borse griffate, bracciali e collane d'oro, 9 orologi, 5 cellulari, le chiavi di 3 autovetture, un'aspirapolvere e occhiali da sole: l'origine degli oggetti, presumibilmente illecita, è in corso di accertamento. I due risponderanno in concorso di furto aggravato, ricettazione, possesso ingiustificato di arnesi da scasso, lesioni e resistenza a pubblico ufficiale. Al termine delle formalità sono stati portati nel carcere di Santa Maria Capua Vetere.

IL VIDEO

Natale, oltre 60 iniziative della Comunità di Sant'Egidio a Napoli e in Campania

NAPOLI. Saranno oltre 60 le iniziative organizzate dalla Comunità di Sant'Egidio a Napoli e in Campania nell'ambito del tradizionale "Natale con i poveri" nell'anno del 50° anniversario della sua fondazione. Oltre 6mila i poveri coinvolti nei pranzi di Natale, nelle feste e nelle distribuzioni per strada. L'appuntamento principale è quello del 25 dicembre, giorno di Natale, alle ore 13,30 con il pranzo nella Basilica dei Ss. Severino e Sossio, al quale parteciperà anche il cardinale Crescenzio Sepe, arcivescovo di Napoli. Sempre il 25 dicembre ci saranno altri pranzi: a Scampia nella chiesa dei padri Redenzionisti, ad Aversa (Caserta) nella sede della Comunità in via del Plebiscito, nel quartiere napoletano di Fuorigrotta nella chiesa di Sant'Antonio Ardia, nel centro storico nella chiesa di Nicola al Nilo. Ancora sono previste durante le festività feste nei campi rom di Casoria, Ponticelli, Doganella e Giugliano, pranzi e feste con i bambini delle scuole della pace a Borgo Loreto, nel Centro Storico, ai Quartieri Spagnoli, alla Sanità, a Scampia, san Giovanni a Teduccio e ad Aversa, e ancora feste e pranzi nelle Rsa e negli istituti per anziani a Benevento, Salerno, Casoria, Pozzuoli, San Giorgio a Cremano, Ercolano, Villaricca, Mugnano, al Vomero, al Centro Storico, a Chiaiano, Ponticelli e Scampia. Previste anche cene itineranti per i senza fissa dimora nelle sere del 24 e 31 dicembre e una cena al Dormitorio pubblico il 6 gennaio alle ore 18, pranzi e feste con i migranti e pranzi nelle carceri a Poggioreale, Secongigliano, Pozzuoli, Santa Maria Capua Vetere, Benevento, Ariano Irpino, Carinola e Pozzuoli con 1000 detenuti. Il 21 dicembre a Poggioreale alle ore 13 e il 27 dicembre alle 12.30 a Secondigliano, dove interverrà il cardinale Sepe, sarà possibile accedere alla stampa.

Uccide la madre e poi telefona: «Ho fatto una cazzata»

CASERTA. Uccide la madre sbattendole più volte la faccia a terra, poi telefona allo zio e confessa: «Ho fatto una cazzata». È successo a Orta di Atella, in provincia di Caserta, dove i Carabinieri hanno fermato Marco Mattiello, 40 anni. La donna, Filomena Sorvillo, aveva 70 anni. I Carabinieri sono stati allertati dalla moglie dell'uomo che ha ricevuto la telefonata. Giunti sul posto in via Filangieri, all'interno dell'abitazione hanno trovato Mattiello in stato di agitazione e coperto da macchie di sangue, mentre la donna era già senza vita, a terra e con il volto tumefatto e insanguinato. Mattiello, secondo quanto appreso, a luglio scorso era stato sottoposto a un provvedimento cautelare di allontanamento dalla casa familiare a seguito della denuncia della donna di ripetuti maltrattamenti. Il provvedimento è stato revocato a settembre, a seguito della conferma da parte della madre di non aver più subito aggressioni da parte del figlio. Mattiello è così tornato ad abitare insieme alla donna. 

Sanità, De Luca chiede verifiche su spese Asl Napoli 3

NAPOLI. «Nell'ambito del protocollo d'intesa per il controllo della spesa sanitaria, sottoscritto in data 19/07/2018, il presidente Vincenzo De Luca ha richiesto l'attivazione della verifica delle procedure di acquisizione di apparecchiature elettromedicali e materiali d'uso presso l'Asl Napoli 3». Lo rende noto la Regione Campania.

Voto di scambio, ai domiciliari sorella del boss

MADDALONI. Quattro persone sono state poste agli arresti domiciliari nell'ambito di un'inchiesta della Direzione distrettuale antimafia di Napoli su un presunto caso di voto di scambio a Maddaloni, in provincia di Caserta. Le misure cautelari sono state eseguite dagli agenti della Squadra Mobile della Questura di Caserta nei confronti di Teresa Esposito, candidata alle scorse elezioni amministrative in una lista civica a sostegno della candidatura a sindaco di Andrea De Filippo, poi eletto. La donna è sorella del presunto boss Antonio Esposito. Ai domiciliari anche i fratelli della donna, Giovanni ed Eduardo Esposito, e la mamma Carmela Di Caprio. Secondo gli investigatori, i fratelli di Teresa Esposito avrebbero promesso posti di lavoro e cresime senza frequentare i corsi in cambio del voto alla sorella, candidata al Consiglio comunale di Maddaloni nella lista "Orientiamo Maddaloni" con la quale ha ottenuto 298 preferenze. Nell'ambito della stessa indagine è stato eseguito dagli agenti della Squadra Mobile casertana un decreto di perquisizione domiciliare nei confronti del sindaco di Maddaloni, Andrea De Filippo.  

Morto ex presidente del consiglio regionale Pietro Foglia

AVELLINO. È morto all'età di 68 anni Pietro Foglia, politico di lungo corso e presidente del Consiglio regionale della Campania tra il 2014 e il 2015. Originario di Baiano (Avellino) Foglia è morto nell'ospedale Moscati di Avellino, dove era ricoverato, dopo una lunga malattia. Da sempre legato al territorio dell'Irpinia, nel 2010 Foglia è stato eletto in Consiglio regionale con l'Udc nella circoscrizione della provincia di Avellino forte di oltre 15.700 preferenze. Nel corso della legislatura è passato al Nuovo Centrodestra ed è stato eletto presidente dell'assemblea il 4 giugno 2014, a seguito delle dimissioni del collega di partito Paolo Romano. Foglia si è poi candidato alle elezioni regionali del 2015, sempre con Ncd e a sostegno della ricandidatura a governatore di Stefano Caldoro, raccogliendo 11.215 senza però venire eletto in virtù del meccanismo di distribuzione dei seggi. "Con Pietro Foglia scompare un apprezzato protagonista della buona politica in Campania, un uomo dalle straordinarie doti umane, sempre vicino ai cittadini, un esempio di passione civile, di impegno e di competenza", scrive in una nota il coordinamento regionale campano di Forza Italia. A ricordarlo anche il coordinatore provinciale di Forza Italia di Avellino, Cosimo Sibilia: "Il caro amico Pietro è stato un autorevole protagonista della politica. Il suo impegno per la nostra terra non sarà mai dimenticato. La sua dipartita è una grave perdita per tutti noi.  Alla moglie, alle figlie e a tutti i familiari il nostro cordoglio e la nostra vicinanza", dichiara Sibilia. 

Lancio di sassi contro un treno, ferita una donna

NAPOLI. Lancio di sassi contro un treno Fs, ferita una ragazza: ritardi sulla circolazione dei convogli. È quanto comunica in una nota la direzione regionale di Rete Ferroviaria Italiana. Lungo la linea Napoli-Salerno il traffico ferroviario è «rallentato dalle 15.40 per il lancio di sassi, da parte di ignoti, contro un treno regionale fra Portici e Santa Maria La Bruna». La giovane avrebbe riportato una ferita alla faccia all'altezza dell'orecchio.

Caivano, associazioni da Zinzi: il nostro territorio ha già dato

CAIVANO. «Il territorio di Caivano è già ampiamente vessato da numerose criticità ambientali, e sopporta una pesante quota del poco funzionante sistema di smaltimento dei rifiuti della Campania. Un ulteriore aggravio potrebbe creare una vera e propria emergenza». È questa la posizione manifestata da alcuni rappresentanti delle associazioni cittadine, ricevuti quest’ oggi, dal presidente della Commissione speciale regionale, Terra dei fuochi, Gianpiero Zinzi. Al centro dei timori è la questione legata al possibile ampliamento della capacità di lavorazione dello Stir di Caivano, in vista dello stop, nel prossimo autunno, del termovalorizzatore di Acerra, a causa di una già prevista manutenzione generale che potrebbe durare circa un mese. Presenti al tavolo, i delegati delle associazioni Sveglia Caivano, rappresentata dall’imprenditore Nino Navas, Culturalmente, rappresentata da Antonio Angelino, San Pietro, rappresentata da Angelo Marzano, e Diritti Sociali, rappresenta da Antonio Annavale. Nel corso dell’incontro è stata ribadita la necessità di ricercare una soluzione che possa essere funzionale ad arginare al meglio il prevedibile impasse che si andrebbe a determinare con il preventivato blocco dell’impianto di Acerra, ma al tempo stesso, di evitare che il peso e l’onere di questa ennesima emergenza sia pagata sempre dagli stessi territori. Il presidente Zinzi ha evidenziato il lavoro che si sta svolgendo in Commissione, con particolare riferimento alla proposta di legge per un’ adeguata tutela dei terreni agricoli e delle eccellenze agroalimentari attraverso la determinazione di valori di fondo, ossia della soglia di contaminazione dei terreni. Ed ancora quella sull’ emissione di sostanze odorigene, originate da attività antropiche, al fine di abbatterne l’impatto sul benessere dei cittadini. Inoltre ha ribadito la piena disponibilità all’ascolto e al confronto p er rappresentare le istanze dei territori nelle sedi competenti, soprattutto al fine di individuare soluzioni efficaci e di buon senso. «È stato un incontro proficuo – dichiara Nino Navas – abbiamo evidenziato quelle che sono le nostre preoccupazioni, dichiarandoci disponibili a qualsiasi forma di collaborazione che possa essere però utile alla tutela del nostro territorio che non può più sopportare altri aggravi e che attende che vengano mantenuti gli impegni assunti in passato rispetto ad una bonifica e ad una riqualificazione mai partite». 

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano