Accessibilità:
-A A +A
Print Friendly, PDF & Email
Scuola, i sindacati: «No condizioni per riaprire in presenza a settembre»


di  Redazione

CONDIVIDI:

Ven 17 Luglio 2020 13:54


Oggi le condizioni per riaprire le scuole in presenza non ci sono: è inutile continuare a raccontare che le cose vanno bene, bisognerebbe essere onesti. A lanciare l'allarme i sindacati della scuola Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola, Gilda e Snals nel corso di una conferenza stampa via web dal titolo 'La Scuola si fa a Scuola'. A meno di due mesi dalla riapertura secondo i sindacati è necessario l’impegno del governo e del Mi affinché a settembre vi siano le condizioni per una ripresa della "pienezza della relazione educativa che può essere assicurata solo dalla didattica in presenza".



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Parà muore a Piombino, ipotesi incidente sport estremo


di  Redazione

CONDIVIDI:

Ven 17 Luglio 2020 13:52


Un paracadutista del nono Reggimento d'assalto 'Col Moschin', che aveva circa 30 anni, originario della provincia di Milano, è morto a Piombino (Livorno) in un incidente di base jumping, sport estremo del quale era appassionato e che praticava fuori servizio. Sul caso stanno indagando i carabinieri di Piombino. Il corpo del parà è stato trovato la scorsa notte vicino a un traliccio alto circa 70 metri in località Perelli, ma l'esatta dinamica dell'accaduto è ancora al vaglio degli investigatori.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Pg Cassazione: «Palamara tentò di condizionare Csm su nomine»


di  Redazione

CONDIVIDI:

Ven 17 Luglio 2020 13:50


Avere tentato di condizionare l’attività del Consiglio superiore della magistratura sulle nomine ai vertici di importanti uffici giudiziari. E' una delle contestazioni contenute nell’atto di incolpazione della procura generale della Cassazione nei confronti di Luca Palamara, per il quale il prossimo 21 luglio inizierà il processo disciplinare al Csm.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Coronavirus, altri 20 morti e risalgono i contagi: +230


di  Redazione

CONDIVIDI:

Gio 16 Luglio 2020 18:00


Altri 20 morti in Italia, con il numero totale delle vittime che sale a 35.017. E' quanto emerge dai dati aggiornati della Protezione civile relativi all'emergenza coronavirus.

Risalgono i contagi: rispetto a ieri il numero dei casi è in aumento (+230) e il numero totale sale così a 243.736.

Mentre sono -20 i positivi attuali al coronavirus e il totale, rispetto a ieri, scende a 12.473. Il numero dei guariti e dimessi sale a 196.246, +230 rispetto a ieri.

 



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
«Covid-19 causa diretta del decesso in 89% dei pazienti»


di  Redazione

CONDIVIDI:

Gio 16 Luglio 2020 15:24


Il Covid-19 «è la causa direttamente responsabile della morte nell’89% dei decessi di persone positive al test Sars-Co-2, mentre per il restante 11% le cause di decesso sono le malattie cardiovascolari (4,6%), i tumori (2,4%), le patologie del sistema respiratorio (1%), il diabete (0,6%), le demenze e le malattie dell’apparato digerente (rispettivamente 0,6% e 0,5%)». Lo sottolinea l'aggiornamento del rapporto Istat-Istituto superiore di sanità sull''Impatto dell'epidemia Covid-19 sulla mortalità: cause di morte dei deceduti positivi a Sars-Cov-2'.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Covid, nuova ordinanza: altri 3 Paesi a rischio in lista


di  Redazione

CONDIVIDI:

Gio 16 Luglio 2020 13:31


"Ho firmato una nuova ordinanza che aggiunge Serbia, Montenegro e Kosovo alla lista dei Paesi a rischio" di Covid-19, annuncia il ministro della Salute, Roberto Speranza. "Chi è stato negli ultimi 14 giorni in questi territori - spiega - ha il divieto di ingresso e transito in Italia".

"Nel mondo l'epidemia è nella fase più dura - sottolinea il ministro - Serve la massima prudenza per difendere i progressi che abbiamo fatto finora", ribadisce.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Nubifragio a Palermo, si valuta l'apertura di un'inchiesta


di  Redazione

CONDIVIDI:

Gio 16 Luglio 2020 11:54


PALERMO. Vigili del fuoco al lavoro tutta la notte sulla circonvallazione di Palermo dopo l’allargamento di ieri in seguito al violento nubifragio. I pompieri stanno ancora portando via l’acqua dal sottopasso con le idrovore. E fino a questo momento, come apprende l’Adnkronos, non sono state individuate vittime anche se non viene escluso che "ci possano essere". Sul posto nella notte anche il sindaco Leoluca Orlando.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Truffa e riciclaggio di auto rubate: arrestato campione di rally

L'accusa: Alain Valle, assieme a un complice, sarebbe stato a capo di una organizzazione criminale


di  Redazione

CONDIVIDI:

Gio 16 Luglio 2020 10:29


TREVISO. La Polizia stradale di Treviso congiuntamente con il compartimento del Veneto ha denunciato 12 persone, di cui 2 in stato di arresto per i reati di associazione a delinquere finalizzata al riciclaggio di auto di illecita provenienza, truffa aggravata ed autoriciclaggio.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Caos Procure, legali Palamara: «Intercettazioni con Ferri e Lotti inutilizzabili»


di  Redazione

CONDIVIDI:

Gio 16 Luglio 2020 10:18


ROMA. "Le intercettazioni registrate tra Palamara e gli onorevoli Ferri e Lotti nella serata dell’8 maggio all’hotel Champagne non possono essere considerate causali perché Ferri era da mesi nel perimetro delle indagini che avevano ad oggetto anche gli accordi tra Unicost e Magistratura Indipendente per la nomina del Procuratore di Roma". Lo affermano gli avvocati Roberto Rampioni, Mariano e Benedetto Buratti, difensori dell'ex presidente dell'Anm Luca Palamara.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Public company e controllo a Cdp: così Aspi cambia pelle


di  Redazione

CONDIVIDI:

Gio 16 Luglio 2020 10:04


ROMA. Un cambio di pelle con il ritorno al pubblico. Dopo 21 anni, il futuro di Autostrade, controllata da Atlantia, è quello della public company: una società che avrà come azionista di maggioranza Cassa Depositi e Prestiti mentre la famiglia Benetton farà un passo indietro per una progressiva uscita fino a scendere a una quota che non dovrebbe andare oltre l'11%.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati

Pagine