Accessibilità:
-A A +A
Print Friendly, PDF & Email
Boscoreale, scoperte due discariche illegali e 380mila confezioni di fitofarmaci


di  Redazione

CONDIVIDI:

Gio 06 Giugno 2019 16:57


BOSCOREALE. Due discariche illegali sono state scoperte nel Napoletano. L'operazione è stata realizzata dai finanzieri di Torre Annunziata che hanno individuato, nel Comune di Boscoreale una vasta area, di circa 20.000 mq in cui sono stati commessi dei reati per i quali 5 soggetti sono ritenuti responsabili e sono stati segnalati alla Procura della Repubblica di Torre Annunziata.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Il miracolo di Alex che vive attraverso la sua mamma Cristina, per salvare i malati di leucemia

Serata alla Youth Club Marina di Stabia a Castellammare di Stabia per raccogliere fondi in favore della ricerca mediante la Fondazione Beat-Leukemia


di  Redazione

CONDIVIDI:

Mer 05 Giugno 2019 23:08


di Rosa Benigno



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Sequestrato il tesoro del clan Mallardo

Sigilli a ville, conti correnti e quote sociali per 6 milioni di euro


di  Redazione

CONDIVIDI:

Mer 05 Giugno 2019 12:27


GIUGLIANO. La Dia di Napoli ha sequestrato 6 milioni di euro a Crescenzo Esposito ritenuto esponente del clan "Mallardo".



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Bombe, armi e droga sequestrate dalla polizia a Casoria


di  Redazione

CONDIVIDI:

Mar 04 Giugno 2019 20:06


CASORIA. Gli agenti del Reparto Prevenzione Crimine Campania impegnati nel controllo del territorio, collaborati dai poliziotti del commissariato di Polizia di Afragola, sono intervenuti poco dopo le 16 di oggi pomeriggio in via Giacomo Rossini a Casoria, nel Parco Rossini. Gli agenti hanno eseguito un certosino controllo a un’area esterna ad alcuni stabili dove vi erano delle autovetture in sosta, in stato di abbandono e, sotto la scocca di una di queste, hanno rinvenuto e sequestrato due bombe a mano da guerra Modello  M75.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Camorra e appalti pubblici, 7 arresti nei clan Di Gioia e i Falanga

Sgominato il "sistema Vaccaro", dal nome del colletto bianco coinvolto nell'inchiesta
 


di  Redazione

CONDIVIDI:

Mar 04 Giugno 2019 10:13


NAPOLI.


Camorra e appalti pubblici, 7 arresti nei clan Di Gioia e i Falanga

CONDIVIDI:

Le attività permettevano, altresì, di disvelare come la criminalità organizzata torrese si attivava per conoscere gli appalti deliberati per sottoporre ad estorsione le ditte aggiudicatrici. Le fonti di prova raccolte hanno permesso, inoltre, di contestare il concorso esterno in associazione mafiosa a  Ciro Vaccaro ritenuto il collante tra le ditte aggiudicatrici e la criminalità organizzata locale. Le dichiarazioni di alcuni collaboratori di giustizia corroborate dalle attività tecniche hanno permesso di accertare che tra le ditte vessate dai clan Falanga e Papale vi era la società "EGO. ECO. Srl" di Cassino, vincitrice della gara d’appalto sull’igiene urbana indetta nel comune di Torre del Greco nel marzo dell’anno 2012. La ditta, già oggetto di altre indagini, è risultata essere contigua a Vaccaro ed era proprio grazie all’intermediazione di quest’ultimo che era stato assunto un militante del clan Falanga. Uno dei dominus dell'attività estorsiva era esponente di rilievo del clan Papale. Pienamente coinvolte nelle vicende estorsive erano anche le donne: Franca Magliulo (moglie del capo clan Maurizio Garofalo e Raimonda Sorrentino, amante di Maurizio Garofalo, dalla cui relazione era nato un figlio che dunque la legittimava ad avanzare la richiesta dei proventi estorsivi. Le attività d’indagine hanno consentito di delineare un vero e proprio “sistema Vaccaro” attuativo di una gestione ad personam delle gare pubbliche: Ciro Vaccaro, con il placet della malavita locale, si era accreditato con arguzia e scaltrezza, quale interfaccia qualificata a concludere delicati accordi con taluni imprenditori, disposti ad accollarsi una quota estorsiva pur di aggiudicarsi una gara d’appalto bandita dal Comune o per evitare di ricevere danni al cantiere. “Un pensiero per tutti quanti”, cosi testualmente riferisce nel corso di una intercettazione ambientale: la frase è alquanto significativa e racchiude in poche semplici parole il cuore del “Sistema Vaccaro”.Contestualmente alle odierne ordinanze di custodia cautelare in carcere, è stato inoltre eseguito, nei confronti di VACCARO Ciro, un decreto di sequestro preventivo d’urgenza emesso dalla Procura della Repubblica di Napoli – Direzione Distrettuale Antimafia - relativamente a beni mobili, immobili e quote di società per un valore complessivo di euro 3.000.000,00

 


Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Estorsioni “per conto di quelli di Ponte Persica”: presi tre del clan Cesarano


di  Redazione

CONDIVIDI:

Lun 03 Giugno 2019 20:38


CASTELLAMMARE. Li hanno arrestati in flagranza di reato in un bar: presi estorsori del clan Cesarano. I carabinieri della Compagnia di Castellammare di Stabia hanno arrestato per estorsione aggravata da metodo e finalità mafiosi, Antonio Maragas, 51enne e Giovanni Battista Lambiase Grimaldi (nella foto), 53enne, alias "macch' i'vin", entrambi del luogo, quest'ultimo già sottoposto all’obbligo di presentazione alla p.g. per armi.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Ottaviano, principio di incendio su un convoglio della Circum


di  Redazione

CONDIVIDI:

Lun 03 Giugno 2019 19:31


OTTAVIANO. Paura ma nessun ferito, per fortuna, a causa di un principio di incendio su un treno della Circumvesuviana sulla tratta Napoli-Sarno, nei pressi della stazione di Ottaviano. I passeggeri del convoglio, dopo lo stop, sono scesi dai vagoni e sono stati allontanati per precauzione.  «C'è stato solo fumo e nessuna fiammata. Purtroppo ci sono stati dei disagi e queste cose non dovrebbero succedere.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Acquisti on line: 64 nuovi “Punto Poste” per la rete e-commerce in provincia di Napoli


di  Redazione

CONDIVIDI:

Lun 03 Giugno 2019 18:50


Nella provincia di Napoli cresce “Punto Poste”, la rete di Poste Italiane per il ritiro degli acquisti online e la consegna di eventuali resi.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Sant'Antimo: confiscato immobile da 300mila euro a Luigi Di Spirito, braccio destro del boss Puca


di  Redazione

CONDIVIDI:

Lun 03 Giugno 2019 18:28


SANT'ANTIMO. Confiscato un immobile da 300mila euro a Luigi Di Spirito (foto a sinistra), considerato elemento di spicco del clan Puca e uomo di fiducia del boss Pasquale (foto a destra). Il provvedimento al termine di una complessa attività di indagine patrimoniale svolta dalla Sezione Misure di Prevenzione Patrimoniali della Divisione Anticrimine della Questura di Napoli.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Cavallo di ritorno per un'auto rubata, preso 30enne a Portici


di  Redazione

CONDIVIDI:

Lun 03 Giugno 2019 17:52


PORTICI. Stanotte gli agenti del commissariato di Portici-Ercolano hanno arrestato Gianluca Di Pierno, 30enne napoletano,  per truffa aggravata e resistenza. I poliziotti durante un servizio di controllo del territorio nei pressi di viale Melina a Portici hanno rinvenuto un’autovettura rubata. Gli agenti hanno accertato successivamente che l’autovettura era stata parcheggiata lì dopo che la vittima del furto aveva pagato la somma di 400 euro al 30enne, che ha inscenato la truffa del “cavallo di ritorno”.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati

Pagine