Accessibilità:
-A A +A
Print Friendly, PDF & Email
La zeppola dei Quartieri spagnoli


di  

CONDIVIDI:

Lun 21 Marzo 2016 11:26


Visto dal satellite con una qualsiasi delle applicazioni di mappe disponibili in rete, ci si rende conto che il dedalo dei Quartieri spagnoli ha una ordinata struttura geometrica; sembra quella di Manhattan. Le “street” salgono dritte verso corso Vittorio Emanuele da via Toledo, rispetto alla quale corrono parallele lunghe “avenue”. La dimensione dell’area è compressa e infinitesimale rispetto a quella dell’isola newyorchese sicché tutte le strade sono e si chiamano vicoli.

Donne, avete mai ricevuto il fazzoletto delle lacrime?


di  

CONDIVIDI:

Lun 21 Marzo 2016 11:21


Donne avete mai ricevuto da un uomo il "fazzoletto delle lacrime"? Si dice che sia sempre più in uso portare per gli uomini nelle tasche dei pantaloni un fazzoletto con le loro iniziali da offrire in modo simbolico alla donna che sta frequentando. Viene definito "fazzoletto delle lacrime": sia che si tratti di lacrime di gioia o che si tratti lacrime di tristezza, poco importa, il fazzoletto è lì pronto per l'uso. L'usanza di offrire tale fazzoletto delle lacrime è nata di recente. In occasione di un matrimonio si ride, ma si piange anche molto, di felicità!

Prestazioni assistenziali e dichiarazioni responsabilità


di  

CONDIVIDI:

Lun 21 Marzo 2016 11:21


Fra le incombenze cui sono tenuti gli invalidi civili titolari di provvidenze economiche, la normativa e le disposizioni dell’ente erogatore (Inps) prevedono l’obbligo di presentare periodicamente (ogni anno) dichiarazioni annuali relative alla permanenza di alcune condizioni. La scadenza è fissata al 31 marzo di ogni anno. Si tratta di specifiche dichiarazioni di responsabilità relativa previste in origine dalla legge 23 dicembre 1996, n. 662, articolo 1 commi 248 e 249 e dall’articolo 1, comma 35, della legge 24 dicembre 2007, n. 247.

Una squisita pastiera di grano


di  

CONDIVIDI:

Lun 21 Marzo 2016 11:14


La pastiera è uno dei dolci simbolo della tradizione napoletana secondo una antica storia di pescatori, nasce quando una volta sulla spiaggia le mogli dei pescatori lasciarono nella notte delle ceste piene di ricotta, frutta candita, grano e uova e fiori d’arancio come offerte per il mare, affinché questo lasciasse tornare i loro mariti sani e salvi a terra. Al mattino ritornate in spiaggia per accogliere i loro consorti notarono che durante la notte le onde avevano mischiato gli ingredienti ed insieme agli uomini di ritorno, nelle loro ceste c’era una torta: la pastiera.

L’Espresso... più lo mandi giù e più ti butta giù


di  

CONDIVIDI:

Gio 17 Marzo 2016 10:18


Milano ottobre 2013: sgominata baby gang! Torino marzo 2015: sgominata baby gang! Milano ottobre 2015: sgominata baby gang! Bologna settembre 2015: sgominata baby gang! Avete mai visto una copertina di L’Espresso dedicata a questi avvenimenti? Mai??? E mai la vedrete. Perché? Perché signori cari, è Napoli e solo Napoli a far notizia nel Male e nel Male.

Viaggi, l’auto è il mezzo preferito dagli italiani


di  

CONDIVIDI:

Mer 16 Marzo 2016 10:38


Nel nostro Paese la voglia di viaggiare stenta a decollare. Secondo la consueta indagine dell’Istat, infatti, nel 2015 gli italiani hanno effettuato 57 milioni e 910 mila spostamenti con pernottamento, per un totale di 339 milioni e 898 mila notti trascorse fuori casa. Rispetto all’anno precedente, il fenomeno risulta in diminuzione relativamente al numero sia dei viaggi (-8%) che dei pernottamenti (-7,1%). L’88 per cento degli spostamenti è avvenuto per motivi di vacanza, il restante 12%, invece, per lavoro. La durata media di questi spostamenti è pari, rispettivamente, a 6,2 e 3,4 notti.

Nuove armi per combattere i tumori


di  

CONDIVIDI:

Mar 15 Marzo 2016 14:17


Una delle caratteristiche del tumore, che tra l’altro lo rende individuabile dal sistema immunitario, è una variazione genetica caratteristica: le cellule tumorali, infatti, sviluppano alcuni antigeni che sono il sintomo delle prime mutazioni tipiche del cancro. Questi antigeni sono presenti sulle cellule malate e rappresentano un vero e proprio bersaglio per il sistema immunitario.

Firenze e il pastificio Lanotte


di  

CONDIVIDI:

Dom 13 Marzo 2016 01:33


Capita occasionalmente, nel peregrinare dell’Ulisse gastronomico che appunta note dei suoi approdi, di restare sbatacchiati su lidi lontani, anfratti che solo incidentalmente potrebbero essere scoperti.

Aspettare un bambino che cambierà la vita


di  

CONDIVIDI:

Dom 13 Marzo 2016 01:27


Aspettate un bambino e non vedete l'ora di comunicarlo al vostro partner? Ma in che modo dirgli: "Diventerai papà!". Di seguito troverete qualche suggerimento carino e divertente per un evento che cambierà per sempre la vostra vita. 1) C'è chi fa trovare una tenera scarpetta sul cuscino del proprio partner, oppure su una tavola romanticamente apparecchiata. 2) Condividete una passione con il vostro compagno? Tipo i pattini, la pesca, o ancora le passeggiate in bicicletta? Perchè non far ritrovare, accanto, accanto ai vostri passatempo una aggiunta? In che senso?

A tavola con la pizza di carciofi


di  

CONDIVIDI:

Ven 11 Marzo 2016 00:29


La storia di questa preparazione in uso nella cucina napoletana è tipica delle feste natalizie e di fine anno. È infatti consumata nei giorni del 24 e del 31 dicembre come piatto di mezzo in attesa del pasto eccezionale della sera di vigilia. Trattandosi in ogni caso di una specialità unica, nulla vieta di prepararlo quando si desidera, soprattutto in occasione di feste con amici o di gite fuori porta. A Napoli e in Campania si usano due specie di scarola o indivia: la riccia e la liscia.

Pagine